Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Giovedì 26 Dicembre 2013

SOVERATO 0

IL BISONTE SAN CASCIANO 3

 

SOVERATO: Cacciapaglia (L), Travaglini 9, Boscacci 11, Martinuzzo 9, Rosa 12, Arimattei 6, Ferraro, Lavorenti, Bellapianta 3, Burduja ne, Torcasio ne, De Lellis 3. All. Breviglieri.

IL BISONTE SAN CASCIANO: Mastrodicasa 11, Focosi ne, Lotti 10, Giovannelli ne, Villani ne, Parrocchiale (L), Savelli ne, Pietrelli 8, Koleva 19, Bertone 11, Vingaretti 1. All. Vannini.

Arbitri: Zavater – Stancati.

Parziali: 24-26, 22-25, 21-25.

Note – durata set: 27’, 28’, 25’; muri punto: Soverato 9, Il Bisonte 5; ace: Soverato 5, Il Bisonte 3.

Non bastava uno splendido regalo di Natale. Le ragazze de Il Bisonte San Casciano avevano ancora voglia di scartare doni, e a Soverato nel pacchetto hanno trovato altri tre punti preziosissimi. Ancora una volta strepitosa la prova delle azzurrine, che hanno ripetuto in tutto e per tutto la grande prestazione mostrata contro Monza, sia dal punto di vista del gioco che della grinta nei momenti decisivi: il match è stato equilibratissimo, con le due squadre che in molti frangenti hanno dato spettacolo sia in attacco che in difesa, ma la determinazione de Il Bisonte nei finali di set è stata decisiva per portare a casa un risultato che manda in archivio un 2013 da paura, con il secondo posto in classifica dopo nove giornate con 21 punti, frutto di sette vittorie e due sole sconfitte, a due lunghezze dalla capolista Montichiari. Adesso le azzurrine si potranno godere il meritato riposo, con il 2014 che si aprirà con la trasferta di Vicenza del 6 gennaio.

Francesca Vannini schiera Vingaretti in palleggio, con Koleva opposto, Bertone e Mastrodicasa centrali, Pietrelli e Lotti in banda e Parrocchiale libero. Breviglieri risponde con la ex De Lellis in regia, Boscacci opposto, Rosa e Arimattei bande, Travaglini e Martinuzzo centrali e Cacciapaglia libero.

Nel primo set Il Bisonte sale subito 3-6 con Koleva e Lotti, poi Soverato recupera e pareggia subito: la partita è punto a punto, davvero molto bella ed equilibrata, poi Koleva e Bertone provano a mettere la freccia (21-23), ma le calabresi riescono ancora ad impattare con un muro su Lotti (23-23). Il PalaScoppa è una bolgia, sale l’adrenalina, ma le azzurrine non si fanno intimorire e Pietrelli e Mastrodicasa chiudono 24-26.

Nel secondo set due ace di Martinuzzo e un muro di Travaglini valgono l’allungo di Soverato (9-6), ma il time out di Francesca Vannini produce la rimonta che si concretizza con Koleva e Vingaretti (12-12). Breviglieri inserisce Bellapianta per Arimattei e il match torna nuovamente equilibratissimo, con le locali che salgono sul 22-21, ma ancora una volta, quando conta, escono la classe e il cuore de Il Bisonte: l’ace di una splendida Mastrodicasa vale il sorpasso (22-23), l’attacco di Lotti i due set point (22-24), ma ne basta uno solo perché l’errore di Bellapianta chiude il parziale di 0-4 che consegna anche il secondo set alle ospiti.

Nel terzo Il Bisonte fugge subito con Koleva (5-8), e allunga con un ace di Lotti (6-10) e con un punto di Pietrelli e un ace di Koleva (9-15). Coach Breviglieri ci prova anche con i cambi, il 3-0 dal 10-17 al 13-17 costringe coach Vannini a chiamare time out, e al rientro Koleva da seconda linea firma il riallungo. Soverato non molla e ci prova fino all’ultimo (21-23), ma nel momento di difficoltà le ospiti vengono aiutate anche dalla fortuna, con una ricezione sbagliata di Lotti che ricade dall’altra parte del campo per il 21-24. E’ il preludio al successo, che arriva subito dopo con un muro di Mastrodicasa.