Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Sabato 1 Marzo 2014

Gli esami, per Il Bisonte, non finiscono mai. Perché non c’è stato neanche il tempo di festeggiare la storica conquista della Coppa Italia di serie A2 che la squadra di Francesca Vannini ha dovuto ritrovare subito la concentrazione per preparare l’importantissimo derby della sedicesima giornata della Master Group Sport Volley Cup di serie A2 contro la Savino Del Bene Scandicci. Non che le celebrazioni, peraltro meritate, siano mancate: dopo il successo del PalaVerde di Treviso le azzurrine si sono prese le loro giuste 48 ore di festa e riposo, ma da martedì sera tutti sono tornati al lavoro con la mente già rivolta al campionato, dove c’è da rinnovare la sfida al Montichiari per la prima posizione della classifica. Il punto di ritardo non consente distrazioni, che peraltro sono impossibili nella settimana del derby: una partita a cui l’ambiente tiene particolarmente, anche se in realtà vale come tutte le altre sei finali che attendono Il Bisonte da qui alla fine della regular season. Certo, domani alle 18 il PalaMontopolo sarà gremito più del solito per trascinare la squadra, con i Pellicani Feroci che hanno già preparato le magliette celebrative per la conquista della Coppa Italia (che probabilmente apparirà al palazzetto), ma prima ci sarà da battere lo Scandicci, e non sarà certo semplice: la Savino Del Bene è in netta crescita, e lo dimostrano le ultime quattro vittorie di fila, compresa quella con la capolista Montichiari, che l’hanno rilanciata al quinto posto in classifica. E poi c’è anche da sfatare la tradizione casalinga negativa con le scandiccesi, che hanno vinto gli ultimi due precedenti al PalaMontopolo, anche se in quello di quest’anno, in Coppa Italia, alle azzurrine bastava conquistare un set per ottenere la qualificazione, compito svolto subito, andando sul 2-0 e poi cedendo al tie break a pass già ampiamente acquisito. Il Bisonte ha vinto invece i due precedenti stagionali a Scandicci, uno in campionato e uno in coppa, ed è reduce da ben dieci successi di fila, ma non si vuole fermare proprio ora, in un momento in cui fra l’altro Francesca Vannini ha tutto il gruppo a disposizione con il pieno recupero di Floriana Bertone.

LE PAROLE DI FRANCESCA VANNINI – “Dobbiamo cercare di ritrovare un po’ di energie mentali: aver raggiunto l’obiettivo della Coppa Italia ci ha inevitabilmente un po’ rilassato, e quindi questa settimana abbiamo dovuto ritrovarci anche a livello psicologico. Forse non è il momento ideale per affrontare una partita sentita come questa, e quindi dovremo offrire una prova di maturità: se pensiamo di essere in grado di lottare per il campionato, dobbiamo superare anche questi esami. Per ora ce l’abbiamo sempre fatta, ma dovremo giocare una partita di una certa intensità: è questo l’aspetto che fa la differenza fra grandi e piccole squadre, dobbiamo abituarci a queste situazioni. E poi con i nuovi innesti lo Scandicci ha trovato una buona quadratura: gli ultimi risultati sono frutto di questo aspetto, e quindi la Savino Del Bene sarà una squadra difficile da affrontare”.

LE AVVERSARIE – La Savino Del Bene Scandicci di coach Marco Botti si è rinforzata con un paio di colpi nel mercato di gennaio: da Ornavasso (A1) è arrivata la schiacciatrice Serena Moneta, mentre il reparto delle palleggiatrici è stato arricchito con Stefania Corna, l’anno scorso a Casalmaggiore (A2). Solo la prima però dovrebbe far parte del sestetto titolare, in coppia con Valentina Rania, mentre la regista dovrebbe essere la ex azzurrina Fiamma Mazzini, in diagonale con l’opposto Veronica Taborelli. Le due centrali saranno Chiara Lapi e Marilyn Strobbe, e il libero l’altra ex Silvia Lussana.