Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Mercoledì 29 Aprile 2020

È una palleggiatrice, è toscana, e pur non avendo ancora compiuto ventiquattro anni, ha già in bacheca una Champions League, uno scudetto e una Supercoppa Italiana, oltre ad aver maturato un’esperienza di cinque campionati di serie A1. Senza dimenticare che è anche vicecampionessa del mondo con l’Italia. Lei è Carlotta Cambi, ed è il primo volto nuovo de Il Bisonte Firenze per la stagione 2020/21: classe 1996, nata e cresciuta nel pisano fra San Miniato e Montopoli, nell’ultima stagione ha giocato a Cuneo, ma ha già vestito altre maglie prestigiose come quelle di Casalmaggiore, Novara e Bergamo, ed è nel giro azzurro da quando aveva vent’anni. Cambi, che ha firmato un contratto biennale con Il Bisonte, vestirà la maglia numero 3, ed è pronta a mettere a disposizione di coach Mencarelli la sua regia solida, veloce e fantasiosa.

LA CARRIERA – Carlotta Cambi nasce il 28 maggio 1996 a San Miniato (PI), e dopo i primi passi con le squadre della sua zona, la Pallavolo Montopoli, la Folgore San Miniato e il Casciavola, a 15 anni decide di trasferirsi a Roma, nel Volleyrò Casal de’ Pazzi, dove rimane per tre stagioni: oltre a giocare nelle formazioni giovanili, è aggregata anche alla prima squadra, prima in serie C e poi in B1, e contemporaneamente comincia anche la sua avventura con le nazionali giovanili, conquistando l’argento agli europei under 18 del 2013. Nel 2014 passa alla Bakery Piacenza, debuttando in serie A2, mentre a fine stagione, dopo aver conquistato la medaglia di bronzo con la nazionale under 20 ai mondiali di categoria, sbarca a Casalmaggiore: qui vive un’annata speciale, esordendo in serie A1 e vincendo la Supercoppa Italiana e una storica Champions League, poi nell’estate 2016, contestualmente al suo debutto in nazionale maggiore, si trasferisce a Novara, dove mette in bacheca lo scudetto insieme fra l’altro al suo nuovo capitano Sara Alberti. Nel 2017 viene ingaggiata da Pesaro, disputando la sua prima vera stagione da titolare in A1, al termine della quale prende parte alla fantastica spedizione della nazionale maggiore ai mondiali in Giappone, vincendo l’argento (insieme a Sylvia Nwakalor), poi seguono un’annata a Bergamo e una a Cuneo, prima del trasferimento a Il Bisonte.  

LE PAROLE DI CARLOTTA CAMBI - “Le mie sensazioni per questa nuova avventura sono molto positive. Il Bisonte è in serie A da tanti anni, tutti ne parlano benissimo e quando ho incontrato per la prima volta il presidente Sità ho capito subito che avevano intenzioni molto chiare e precise, sia sulla costruzione della squadra che sull’interesse nei miei confronti. Lavorando bene possiamo tornare a far emozionare la Toscana, e siccome è la mia regione, ci tengo molto e farò di tutto per farlo accadere”.