Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Giovedì 16 Marzo 2017

É in pieno svolgimento la settimana di lavoro de Il Bisonte Firenze. Dopo il ko di sabato scorso a Modena, Marco Bracci ha radunato le sue ragazze martedì mattina per cominciare a preparare la sfida di domenica contro Montichiari: oggi si è svolta una doppia seduta, domani e dopodomani comincerà anche lo studio al video delle avversarie, mentre domenica mattina è in programma l’ultima sgambata al Mandela Forum, dove alle 17 comincerà la partita contro la Metalleghe.

Intanto, dopo la ventesima giornata di serie A1, le statistiche di squadra dicono che Il Bisonte Firenze è nono per numero di ace (71), in una classifica guidata da Casalmaggiore con 118, e sesto per numero di muri (183), in una classifica guidata da Scandicci con 231. A livello individuale Indre Sorokaite è la giocatrice più prolifica de Il Bisonte con 398 punti, quinta in una classifica generale guidata da Paola Egonu del Club Italia (500), davanti a Katarina Barun-Susnjar di Novara, seconda con 456, e a Valentina Diouf di Busto Arsizio, terza con 404. La seconda realizzatrice fra le bisontine è Stephanie Enright, ottava con 303 punti, mentre la centrale più prolifica di Firenze è Raffaella Calloni, ventisettesima generale con 209 punti e sesta 'cannoniera' nel suo ruolo in una classifica guidata da Adenizia Ferreira Da Silva di Scandicci con 265, seguita da Robin De Kruijf di Conegliano, seconda con 255, e da Christina Bauer di Bolzano, terza con 213. Adenizia Ferreira Da Silva di Scandicci è in testa anche alla classifica generale dei muri vincenti con 93, con Laura Melandri che è quarta con 57 e prima delle bisontine, mentre Katarina Barun-Susnjar di Novara è prima nella speciale classifica degli ace con 42, con Indre Sorokaite quinta con 22 e prima de Il Bisonte. A livello di coppie di centrali, quella di Firenze (Calloni e Melandri) è al quarto posto per punti realizzati (357), in una graduatoria guidata da quella di Scandicci (Adenizia-Arrighetti) con 391, seguita da quella di Casalmaggiore (Stevanovic-Gibbemeyer), seconda con 389, e da quella di Conegliano (De Kruijf-Folie), terza con 366.