Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Giovedì 8 Maggio 2014

IL BISONTE SAN CASCIANO 2

SAUGELLA TEAM MONZA 3

 

IL BISONTE SAN CASCIANO: Mastrodicasa 14, Focosi ne, Lotti 6, Giovannelli 14, Villani 10, Parrocchiale (L), Savelli ne, Pietrelli 13, Koleva 20, Vingaretti 1. All. Vannini.

SAUGELLA TEAM MONZA: Bruno 17, Viganò 13, Garavaglia 15, Balboni 6, Saveriano, Rinaldi ne, Bonetti 20, Garbet ne, Facchinetti 4, Nomikou 2, Pastrenge (L2) ne, Aricò, Bisconti (L1). All. Mazzola.

Arbitri: Cappelletti – Pignataro.

Parziali: 26-28, 25-21, 20-25, 25-17, 8-15.

Note – durata set: 32’, 31’, 27’, 28’, 15’; muri punto: Il Bisonte 10, Monza 8; ace: Il Bisonte 4, Monza 9.

Dopo una partita così, e dopo quasi due ore e mezzo di grande equilibrio, agonismo e fantastica pallavolo, a Il Bisonte San Casciano non si può che dire grazie. Perché perdere ci sta, e bisogna fare i complimenti a un avversario, la Saugella Team Monza, che ha dimostrato tutto il suo valore, soprattutto con una difesa strepitosa guidata da quel fenomeno di libero che è Veronica Bisconti, ma l’importante è non mollare mai la presa, e le azzurrine hanno lottato fino alla fine, sempre in rimonta e sempre con il cuore oltre l’ostacolo, fino a quando le ospiti sono riuscite a scappare nel tie break. Forse il momento decisivo è da ricercare nel primo set perso dopo aver sempre condotto e aver avuto anche due set point di fila, ma sono analisi che sicuramente verranno fatte da coach Vannini nel preparare gara due di domenica a Monza. Quel che è certo è che la finale non è assolutamente finita: onore alla Saugella, che ha subito un match point da giocarsi in casa, ma questo Bisonte può fare l’impresa, e vincere al PalaIper non è assolutamente impossibile.

Francesca Vannini schiera Vingaretti in palleggio, Koleva opposto, Pietrelli e Lotti in banda, Mastrodicasa e Giovannelli centrali e Parrocchiale libero, Mazzola risponde con Balboni in palleggio, Garavaglia opposto, Bonetti e Viganò schiacciatrici, Bruno e Facchinetti al centro e Bisconti libero.

L’inizio è ricco di tensione e ne nasce un botta e risposta che caratterizza tutta la prima parte del set, con Mastrodicasa da una parte e Viganò dall’altra (sei e otto punti nel set), da buone capitane, a trascinare le proprie squadre. Due pipe di Koleva e un tocco a rete di Giovannelli creano il primo gap per Il Bisonte (16-13), ma Bonetti impatta sul 17-17. Ci prova Giovannelli, con un primo tempo e un ace (21-19), Monza risponde ancora con Viganò (22-22), poi arriva il momento decisivo: Pietrelli e Mastrodicasa creano due match point, il primo lo annulla Bruno, poi Mazzola cambia in battuta Viganò con Nomikou e la greca lo premia con un ace (24-24). Le azzurrine hanno un altro set point grazie a Mastrodicasa, ma qui si scatena Bonetti, che impatta e si guadagna il primo set point (25-26). E’ lei stessa a sbagliare, ma un fallo di Vingaretti ne regala un altro a Monza, che chiude con Garavaglia (26-28).

Sull’abbrivio le ospiti partono forte anche nel secondo set grazie a una grande difesa (3-6). Il Bisonte però non perde la testa e Koleva impatta sul 7-7, ma Monza fugge di nuovo grazie a una fantastica battuta, con due ace di Balboni e uno di Bonetti (9-12). Le azzurrine non ci stanno e si riorganizzano, Koleva pareggia nuovamente sul 14-14 e poi sorpassa sul 17-16. Due punti di fila Giovannelli sembrano il preludio all’allungo decisivo (20-18), le ospiti si riprendono ancora (20-20), ma sul 22-21 arriva un punto pazzesco, in cui le due squadre difendono alla morte fino alla splendida fast di Mastrodicasa (23-21). Stavolta Il Bisonte non trema, e Pietrelli chiude 25-21.

Il grande equilibrio permane anche nel terzo set, fino a quando un paio di errori delle azzurrine permettono a Monza di salire 9-12. E’ ancora una super Koleva a trovare il 12-12, Bonetti prova il riallungo (13-16), ma Il Bisonte non molla mai e Koleva impatta sul 17-17. Si lotta punto a punto, ma un mini passaggio a vuoto è decisivo, e Mazzola indovina ancora il cambio in battuta Nomikou per Viganò, con la greca che rimane al servizio per quattro volte e chiude con un ace (20-25).

Nel quarto set la Saugella sale subito 1-5, poi Bonetti allunga 3-8. Ci vuole una scossa, e stavolta è Vannini a trovare il cambio vincente: entra Villani per Lotti, e dal 4-9 firma cinque punti per un incredibile 8-0 (12-9). Monza però reagisce, e si riparte dal 12-12, ma due punti di Giovannelli (che chiuderà con l’82% in attacco e 4 muri) danno il la al nuovo allungo (16-13). Stavolta la Saugella non può niente, Pietrelli firma il 20-15 e un’incredibile Villani, con altri due punti (nove in tutto da quando è entrata) chiude 25-17.

Si va al tie break, dove però Monza riesce a partire forte con Viganò e Bruno (2-5). Francesca Vannini prova a chiamare time out, ma le ospiti continuano a difendere tutto e coi contrattacchi di Bonetti salgono sul 3-9. L’ultimo tentativo è quello di Lotti per Pietrelli, Il Bisonte prova la rimonta ma il margine è troppo ampio e un muro di Bruno chiude il match sull’8-15.