Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Domenica 15 Ottobre 2017

@photo Lollini

IL BISONTE FIRENZE 3

SAUGELLA TEAM MONZA 1

 

IL BISONTE FIRENZE: Sorokaite 28, Alberti 4, Bechis 4, Bassilichi (L2) ne, Bonciani, De Stefano ne, Tapp 7, Di Iulio ne, Parrocchiale (L1), Pietrelli 10, Miloš Prokopić, Tirozzi 19. All. Bracci.

SAUGELLA TEAM MONZA: Ortolani 12, Orthmann 2, Arcangeli (L), Balboni 1, Dixon 13, Devetag 5, Candi 3, Negro ne, Begic 19, Bonvicini, Havelkova 8, Loda, Rastelli ne. All. Pedullà.

Arbitri: Frapiccini – Luciani.

Parziali: 25-23, 21-25, 25-23, 25-23.

Note – durata set: 25’, 24’, 28’, 32’; muri punto: Il Bisonte 7, Monza 4; ace: Il Bisonte 6, Monza 4; spettatori totali: 900.

La legge del Mandela Forum non perdona. Cambia la stagione, cambiano i protagonisti, ma il palazzetto di casa rimane un fortino per Il Bisonte Firenze, che comincia la sua stagione con una splendida vittoria contro la Saugella Team Monza, l’ottava consecutiva nel palazzetto di casa. Nonostante le assenze di Santana e Di Iulio da una parte e di Hancock dall’altra, la partita è stata equilibrata e bellissima, con la squadra di Marco Bracci che è riuscita a vincerla grazie soprattutto alla straordinaria prestazione di Sorokaite, autrice di 28 punti (con 2 muri e 4 ace), e all’ottimo impatto di Tirozzi (19 punti), che con poco più di una settimana di allenamento col gruppo è già riuscita a trovare l’intesa con Bechis. Strepitosa anche la prova in difesa con Parrocchiale e Pietrelli (che ha anche realizzato l’ultimo punto), ancora da perfezionare invece il gioco al centro, ma ci sarà tempo per farlo anche perché Tapp, Alberti e Milos hanno lanciato già segnali più che incoraggianti. Intanto Il Bisonte si gode questi primi tre punti, e da mercoledì potrà di nuovo contrare su Daly Santana, di rientro dopo la qualificazione al mondiale col suo Porto Rico.

Marco Bracci non può contare su Santana, impegnata con la sua nazionale a Santo Domingo per le qualificazioni ai mondiali, e sull’acciaccata Di Iulio, e parte con Bechis in regia, Sorokaite opposto, Pietrelli e Tirozzi in banda, Tapp e Alberti al centro e Parrocchiale libero, mentre Pedullà deve fare a meno di Hancock e risponde con Balboni in palleggio, Ortolani opposto, Havelkova e Begic schiacciatrici laterali, Dixon e Devetag al centro e Arcangeli libero.

Il primo punto è un muro di Hannah Tapp, poi però Monza piazza cinque punti consecutivi e sull’1-5 Bracci è costretto a chiamare time out: la squadra ne esce con più certezze, Tirozzi e Sorokaite entrano in ritmo e proprio il capitano trova la parità sul 10-10. Monza riparte con tre punti di una scatenata Begic (10-13), le bisontine si avvicinano di nuovo ma un paio di errori provocano il 14-18 e il nuovo time out di Bracci: ancora una volta Firenze ne esce alla grande con Sorokaite e Pietrelli (18-19), stavolta è Pedulla a fermare il gioco, ma Sorokaite trova un altro ace per il 19-19. Il muro di Tapp vale il primo sorpasso (21-20), sul 22-21 Bracci alza il muro con Milos per Bechis, e proprio la croata serve a Tirozzi la palla del 23-21 e del nuovo time out Pedullà. Al rientro ci sono tre errori di fila in battuta (Tapp, Begic e Bechis), ma alla fine è Sorokaite a chiudere il set con il suo decimo punto personale.

Nel secondo Tirozzi prova la fuga, ma la partita procede a elastico: nel gioco fiorentino cominciano a girare anche le centrali Tapp e Alberti (11-10), poi Monza piazza il break (11-13), e Bracci ferma tutto: l’emorragia non si ferma (12-17), il coach di Firenze chiama un altro time out e la squadra stavolta reagisce, riportandosi fin sul 19-21. Qui Pedullà inserisce Orthmann per Havelkova, e la tedesca firma subito il 19-22, poi sul 20-22 entra Bonciani per Bechis in battuta, ma la Saugella trova una grande Dixon e chiude 21-25.

Nel terzo rientra Havelkova, l’ace di Pietrelli vale il 7-4 e il time out Monza, ma poi tanti errori permettono alle ospiti di salire sul 10-10, con Havelkova che firma l’11-13 e poi esce sul 12-14 per far spazio a Orthmann. Qui si scatena Sorokaite, che con due attacchi e due ace trova il 16-14, poi sul 18-16 entra Milos per Alberti, ma Begic continua la sua sfida personale con Sorokaite e firma i due punti per il 18-18. Sul 19-18 Bonciani entra in battuta per Bechis, sul 21-19 c’è Candi per Devetag, poi l’errore di Orthmann vale il 23-20 e il time out ospite. La Saugella rientra sul 23-22, Bracci risponde con il time out e Begic spara l’attacco out (24-22): Ortolani annulla il primo set point, ma sul secondo una scatenata Sorokaite mette giù il 25-23.

Nel quarto c’è ancora Candi nel Saugella, ma adesso Il Bisonte difende tutto e questo permette a Pietrelli di firmare il 9-5. Qualche errore però permette alle ospiti di rientrare sull’11-11, Bracci chiama time out e Tirozzi e Sorokaite tornano alla carica (15-11): sul 16-12 entra Milos per Alberti, poi si scatena Tapp, che con tre punti di fila permette l’allungo sul 19-13. La partita però non è finita, Ortolani trascina Monza fino al 20-18, poi sul 21-19 entra Loda in battuta al posto di Ortolani ma sbaglia, e subito dopo la imita Bonciani entrata per Bechis (22-20). Sorokaite mette giù il 23-20 e poi anche il 24-21, la Saugella mette i brividi (24-23), ma alla fine è il decimo punto di Pietrelli a regalare la vittoria (25-23).

LE PAROLE DI MARCO BRACCI – “Mi aspettavo una partita difficile e lunga. Così è stata, Monza è una squadra ostica che si è rafforzata molto rispetto allo scorso anno, quindi sapevamo che sarebbe stata dura. I primi due set sono stati molto combattuti e in molte occasioni siamo anche andati sotto nel punteggio. Le ragazze, però, sono state molto brave a restare concentrate e a ribaltare il risultato. In settimana abbiamo avuto molte defezioni in allenamento e nonostante tutto siamo riusciti ad ottenere un risultato positivo, questo fa ben sperare per il prosieguo della stagione. Miglioramenti? Ovviamente essendo all'inizio della stagione possiamo migliorare in qualsiasi situazione di gioco. Credo che oggi sia andata piuttosto bene, per il resto dovremo lavorare molto sugli attacchi in primo tempo".