Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Lunedì 9 Giugno 2014

Arriva il primo colpo di mercato per Il Bisonte San Casciano, e che colpo: alla corte di Francesca Vannini approda la schiacciatrice ungherese Rita Liliom, classe 1986, capitano della sua nazionale e reduce da un'esperienza nella serie A turca con lo Yesilyurt Istanbul. Dopo l'ufficializzazione delle sei giocatrici confermate dall'ultima stagione, comincia quindi a plasmarsi la squadra che da novembre affronterà il suo primo campionato di serie A1, a partire da un reparto delle attaccanti che al momento conta sia del nuovo arrivo Liliom che della confermata Giulia Pietrelli.

LA CARRIERA – Rita Liliom nasce a Budapest, in Ungheria, il 23 maggio 1986, e dopo il debutto nel massimo campionato del suo paese, nel 2004 si trasferisce in America, alla Kansas State University, dove rimane fino al 2009. E' questo l'anno del suo ritorno in Europa: nella stagione 2009/10 la schiacciatrice-ricevitrice, 183 cm per 71 kg, gioca nel campionato tedesco, con l'Aachen, poi si trasferisce in Polonia, dove rimane per due stagioni, prima nel Mielec e poi nel Bydgoszcz. Nel 2013 invece arriva il trasferimento in Turchia, dove con lo Yesilyurt si qualifica per i play off del massimo campionato anatolico. Come detto Rita Liliom è anche il capitano della nazionale ungherese, che proprio un paio di settimane fa ha trascinato a una splendida qualificazione diretta agli europei del 2015, in un girone di ferro con Francia e Israele.

LE PAROLE DI FRANCESCA VANNINI – “Sono molto contenta dell’arrivo di Rita: è il capitano dell'Ungheria, e già l'avevamo cercata l'anno scorso, quando poi ha deciso di andare in Turchia. Credo sia una attaccante ricevitrice molto interessante, e soprattutto completa, con buone doti sia in difesa che in attacco, e con un fisico importante. E poi negli ultimi tempi ci siamo sentite, e ho capito che ha tanto entusiasmo e che è una persona molto responsabile: non vede l'ora di cominciare, e questo fatto è sicuramente positivo, oltre al fatto che ha già grande esperienza avendo giocato in campionati europei importanti”.