Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Martedì 12 Novembre 2013

La vittoria per 3-0 nel derby di Coppa Italia contro la Savino Del Bene Scandicci, ottenuta fra l'altro nel palazzetto delle rivali, ha creato ulteriore entusiasmo all'interno de Il Bisonte San Casciano, protagonista di una gara davvero positiva grazie anche a un gioco in continua crescita. Merito delle bocche da fuoco come Lotti, Koleva, Pietrelli, Bertone e Mastrodicasa, ma anche di chi le orchestra, come la palleggiatrice Giorgia Vingaretti, che si è raccontata in un'intervista a Volley Sport Channel, che potete ascoltare a questi due link: http://www.volleysportchannel.it/re-play/giocatori/4794-intervista-a-giorgia-vingaretti-palleggiatrice-del-bisonte-san-casciano-a2-f-1a-parte.html e http://www.volleysportchannel.it/re-play/giocatori/4795-intervista-a-giorgia-vingaretti-palleggiatrice-del-bisonte-san-casciano-a2-f-2a-parte.html. “È stato un inizio di Coppa Italia importante – ha detto Giorgia - perchè siamo andate a Scandicci molto preparate, grazie a una settimana di allenamenti intenso, ed è andata davvero bene”.

 

Si può dire che ha fatto bene l'aria del derby?

 

“L'atmosfera classica di queste partite si sentiva sia in settimana che al palazzetto, noi però l'abbiamo considerata una gara molto importante perchè di Coppa Italia, e non perchè era il derby. La nostra allenatrice ha fatto un discorso chiaro: scendiamo in campo per vincere, e la Coppa Italia ha la stessa importanza del campionato, quindi siamo state contente di accontentarla. Adesso siamo a tre quarti dello sforzo, ci basterà vincere un set per passare il turno, ma anche domenica scenderemo in campo per vincere”.

 

Come ti stai trovando nel tuo primo anno a San Casciano?

 

“Il Bisonte è una buonissima società e la sua fama la precede: mi sono trovata subito bene, le ragazze sono fantastiche e noi siamo un bellissimo gruppo, fatto da giocatrici esperte e meno esperte, che si impegnano tantissimo. Questo vuol dire molto, e credo che si sia visto molto bene in campo, perchè c'è gioco di squadra e vinciamo tutte quante insieme”.

 

Ritrovare la Koleva dopo l'anno scorso quanto è stato importante?

 

“E' un onore: lei è una col grande nome, e il fatto che abbia accettato di continuare con me è stata una grande soddisfazione, perchè è stata la top scorer dello scorso campionato. Un anno di intesa sicuramente aiuta, e abbiamo già una ottima sintonia”.

 

E il campionato come lo vedi?

 

“Quest'anno l'A2 è molto equilibrata, ci sono tante squadre che possono fare bene e noi siamo una di quelle: abbiamo un ottimo organico e un grande staff, quindi credo che possiamo essere ottimisti”.