Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Sabato 13 Dicembre 2014

L’allenatrice de Il Bisonte Firenze Francesca Vannini è stata insignita questa mattina del prestigioso Premio Villa Vogel 2014, organizzato dal Quartiere 4 di Firenze. La cerimonia di premiazione si è tenuta nella sala consiliare “Tosca Bucarelli” in Villa Vogel, sede istituzionale del Quartiere 4, alla presenza dei padroni di casa Mirko Dormentoni, Presidente del Q4, e Barbara Felleca, Presidente della Commissione Sport del Q4, e Francesca Vannini è stata inserita in una importante lista di premiati insieme, fra gli altri, alla campionessa di Kick Boxing Gloria Peritore, alla società Canottieri Comunali, al giovane rugbista fiorentino Niccolò Cannone e alle Florence Dragon Lady. “La scelta della commissione è stata molto difficile – ha detto Barbara Felleca - ma ci siamo orientati nei confronti delle società e degli atleti che hanno dedicato e dedicano tempo anche ad attività collaterali, ma imprescindibili dal punto di vista sociale”. “Quello di oggi è un premio molto rosa – ha aggiunto Dormentoni -, e questo è un valore importante perché lo sport è donna. E’ un premio alle eccellenze sportive, ma anche a progetti di vita a tutto tondo”. L’allenatrice de Il Bisonte, accompagnata dal presidente Elio Sità, è stata premiata dall’Assessore allo Sport del Comune di Firenze, Andrea Vannucci: “Ringrazio tutti per questo riconoscimento – ha detto coach Vannini – perché sicuramente fare l’allenatore è un’esperienza diversa rispetto a giocare: ci sono più responsabilità, e anche più lavoro, perché bisogna preparare le partite e gli allenamenti e anche pensare a come migliorare le giocatrici. Allo stesso tempo però è anche più facile, almeno per me che facevo l’alzatrice: con questo ruolo, in campo, avevo poco tempo per pensare, invece dalla panchina si riescono a valutare molti più aspetti del gioco”. “L’unico dispiacere oggi è non avere qua il nostro patron Wanny Di Filippo – ha aggiunto il presidente Sità – che ci teneva tantissimo a essere presente, ma che sta per tornare più in forma di prima. Per il resto sono felicissimo di questo riconoscimento per Francesca, che ha avuto uno splendido percorso prima come atleta e poi come allenatrice: lei è una persona importante in società, tutte le scelte sono prese in piena sinergia con lei, e il rapporto è ultraconsolidato. Ci auguriamo di poter continuare a cercare di portare Firenze sempre più in alto, perché la pallavolo in città ha un grosso seguito, come dimostra il sempre più grande afflusso di pubblico al Mandela Forum”.