Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Mercoledì 2 Aprile 2014

Serve ancora un punto a Il Bisonte per conquistare la matematica certezza del secondo posto: dopo la sconfitta al tie break contro Soverato, la promozione diretta è sempre più in mano a Montichiari, ma l'imperativo adesso è quello di battere Vicenza domenica, in quella che sarà l'ultima gara casalinga della Regular Season, per festeggiare comunque la testa di serie numero uno nella griglia play off. Le azzurrine hanno usufruito di un paio di giorni di riposo per smaltire la stanchezza che in quest'ultimo periodo si sta facendo sentire, e riprenderanno ad allenarsi stasera.

Intanto, dopo la ventesima giornata di serie A2, le statistiche di squadra dicono che Il Bisonte San Casciano è terzo per numero di ace (88), a pari merito con Pavia e Monza, in una classifica guidata da Bolzano con 96 davanti a Sala Consilina con 91, e ottavo per numero di muri (181) in una classifica guidata da Montichiari con 240. A livello individuale Elena Koleva è sempre in testa da sola alla classifica dei punti realizzati, con 371, davanti a Valeria Papa di Bolzano, seconda con 359, e a Joanna Frackowiak di Pavia, terza con 349. La seconda realizzatrice de Il Bisonte è Giulia Pietrelli, diciottesima generale con 232 punti, mentre la centrale più prolifica fra le azzurrine è Federica Mastrodicasa, diciannovesima generale con 228 punti e seconda 'cannoniera' nel suo ruolo in una classifica guidata da Francesca Devetag di Pavia con 267. La Devetag è anche prima per numero di muri (98), con Federica Mastrodicasa che è sesta con 59 (insieme a Melissa Martinelli di Sala Consilina) e prima fra le azzurrine. Elena Koleva è sempre sola in testa anche nella speciale classifica degli ace (31), davanti a a Valeria Papa di Bolzano, seconda con 27, e a Melissa Martinelli di Sala Consilina, terza con 26. A livello di coppie di centrali, quella de Il Bisonte (Bertone e Mastrodicasa) è sempre al secondo posto per punti realizzati (407), dietro a quella di Scandicci (Strobbe e Lapi), prima con 417, e davanti a quella di Soverato (Travaglini e Martinuzzo), terza con 391.