Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Martedì 20 Ottobre 2015

Un’importante accordo di collaborazione è stato firmato e ufficializzato dalla dirigenza de Il Bisonte Firenze. Si tratta di un progetto che vedrà la partecipazione della scuola di pallavolo Play For Life, che ha base a Castiglion Fiorentino, e che vuol dare la possibilità a qualsiasi bambino o giovane proveniente dalle province di Arezzo, Siena e Perugia, ma anche da altre parti d'Italia dove la Play For Life ha instaurato collaborazioni, di far parte di una realtà unica, in grado di garantire il meglio dal punto di vista sociale, umano e sportivo, tutto questo anche grazie all’incontro con selezionatori e staff tecnico de Il Bisonte Firenze. L’accordo è stato ufficializzato dal fondatore e direttore tecnico della scuola di pallavolo Play For Life, Cristiano Camardese, e dal direttore sportivo de Il Bisonte Duccio Ripasarti, alla presenza del presidente di Play For Life Mirko Iebba e del Sindaco di Castiglion Fiorentino Mario Agnelli.

LE PAROLE DI CRISTIANO CAMARDESE - "Da quando due mesi fa sono arrivato qui in Valdichiana mi sono reso conto che c'è tanta voglia di pallavolo ma allo stesso tempo che le ragazze conoscono pochissimo le giocatrici della serie A e non vanno a vedere le partite. Ho pensato che avevamo bisogno di creare un rapporto diretto con una squadra di A1, dovevamo dare la possibilità alle ragazze che frequentano la nostra scuola di iniziare a vedere e vivere la pallavolo di alto livello da più vicino. Per questo ho chiamato l'amica Francesca Vannini, allenatrice de Il Bisonte Firenze e nostra docente, proponendogli una collaborazione che poi si è concretizzata con il direttore sportivo Duccio Ripasarti. L'accordo è sia di natura tecnica che legato all'organizzazione di eventi per promuovere la pallavolo e per portare a Castiglion Fiorentino il grande volley. Inoltre le nostre allieve potranno frequentare e vivere da protagoniste il Mandela Forum, dove si allena e gioca Il Bisonte".

LE PAROLE DI DUCCIO RIPASARTI – “Abbiamo vagliato tra tante proposte, e abbiamo deciso di aderire a Play For Life per il nome di Camardese, garanzia di qualità tecnica, e per la disponibilità e l'apertura dimostrata dall'amministrazione comunale. Lo spirito di attenzione alla crescita tecnica e personale degli atleti è in linea con i nostri principi, in più la volontà di fare cultura sportiva e pallavolistica più nello specifico è un nostro obiettivo, e crediamo che questo progetto possa essere uno strumento importante di diffusione”.

LE PAROLE DI MARIO AGNELLI - “Lo sport, soprattutto quello che accoglie i giovanissimi, svolge un ruolo sociale. Una disciplina sportiva forma anche dal punto di vista caratteriale e spinge l’atleta a impegnarsi anche con sacrificio per ottenere i risultati. Si tratta quindi di una scuola di vita importante, che ti prepara per il futuro, anche lavorativo, e siamo contenti di aver potuto soddisfare gran parte delle richieste che ci sono pervenute dalle società sportive”.