IL BISONTE FIRENZE 3

REALE MUTUA FENERA CHIERI 1

 

IL BISONTE FIRENZE: Enweonwu 4, Cambi 8, Lazic 3, Van Gestel, Alberti 7, Panetoni (L), Hashimoto, Guerra 18, Kone ne, Nwakalor 21, Venturi, Ogoms 15. All. Mencarelli.

REALE MUTUA FENERA CHIERI: Alhassan 6, Fini ne, Perinelli 7, Bosio 3, Frantti 1, Mayer, Gibertini (L2), Grobelna 26, Villani 15, De Bortoli (L1), Laak, Mazzaro 12, Zambelli 2, Meijers ne. All. Bregoli.

Arbitri: Verrascina – Zavater.

Parziali: 23-25, 25-20, 25-21, 26-24.

Note – durata set: 29’, 28’, 29’, 29’; muri punto: Il Bisonte 10, Chieri 11; ace: Il Bisonte 2, Chieri 4.

Le vittorie sono sempre belle, ma quando sono inaspettate lo sono ancora di più. E tutto si può dire tranne che il pronostico stasera sorridesse a Il Bisonte Firenze: di fronte c’era la quarta forza del campionato, la Reale Mutua Fenera Chieri reduce da cinque vittorie consecutive, mentre le bisontine attraversavano forse il peggior momento della stagione. E invece la squadra ha tirato fuori una prestazione straordinaria, non facendosi scoraggiare dopo il primo set perso e giocandone altri tre con una intensità e una determinazione straordinarie, affidandosi alla guida ispiratissima di una Carlotta Cambi nominata giustamente Mvp della partita con anche con otto punti all’attivo (sei in attacco col 75% e due in battuta): la difesa ha risposto da par suo ai colpi di Grobelna e Villani (26 e 15 punti), il muro ha toccato tanto e la ricostruzione ha finalmente funzionato, esaltando le doti della solite Nwakalor e Guerra (21 e 18 punti) e di una Ogoms entrata subito in sintonia con la squadra (15 punti col 64% in attacco e 4 muri). Il lavoro prezioso di tutte le altre ragazze ha fatto il resto, consentendo a Il Bisonte di conquistare tre punti ma soprattutto una iniezione di fiducia fondamentale in vista del finale di stagione.

Marco Mencarelli parte con Cambi in regia, Nwakalor opposto, Lazic e Guerra in banda, Alberti e Ogoms al centro e Panetoni libero, mentre Bregoli risponde con Bosio in palleggio, Grobelna opposto, Perinelli e Villani schiacciatrici laterali, Alhassan e Mazzaro al centro e De Bortoli libero.

L’approccio de Il Bisonte è buono, soprattutto in difesa, e Nwakalor mette giù un paio di palloni straordinari, ma poi sul 7-7 Chieri piazza un break pesante con l’ace di Mazzaro che vale il 7-11: Firenze si rimette in moto e torna sotto con Nwakalor e Guerra (12-13), il muro di Mazzaro significa nuovo + 3 (12-15), poi una grande difesa di squadra permette a Villani di trovare il 13-17 e Mencarelli decide di chiamare time out e di inserire Enweonwu e Venturi per Lazic e Guerra. Le bisontine rientrano in campo con orgoglio e proprio tre punti di Enweonwu consentono un nuovo riavvicinamento sul 18-20, con Bregoli che ferma tutto: adesso non cade più un pallone e Nwakalor accorcia ancora (19-20), Grobelna però è una furia (19-22) e proprio lei procura tre set point (21-24), anche se Chieri, dopo il muro di Ogoms e il diagonale di Guerra (23-24) chiude solo al terzo grazie a un errore in battuta di Cambi (23-25).

La Real Mutua prova a sfruttare l’inerzia anche a inizio secondo set alzando il muro (0-4), Il Bisonte reagisce salendo nuovamente di tono in difesa, e quando Guerra mette giù l’attacco del 9-10 è Bregoli a chiamare time out: l’errore in attacco di Grobelna vale la parità (10-10), la stessa belga però ricrea subito il + 3 (10-13) e a seguire il muro di Chieri vale il nuovo + 4 e il time out Mencarelli (11-15). Al rientro Il Bisonte rimonta di nuovo con Guerra e l’ace di Cambi, portandosi addirittura in parità sul 15-15 con l’errore di Frantti (appena entrata per Perinelli), e allora Bregoli ferma di nuovo il gioco: le bisontine sono in trance agonistica, i muri di Guerra e Nwakalor valgono il 18-15 e allora Bregoli inserisce Mayer e Laak per Grobelna e Bosio, ma Guerra e Nwakalor chiudono un incredibile 9-0 per il 20-15. Sul 21-17 entrano Venturi e Enwonwu per Guerra e Lazic e l’errore di Villani porta al 23-17, ma qui le bisontine commettono un paio di errori e sul 23-20 Mencarelli chiama subito time out: e fa bene, perché al rientro Nwakalor mette giù il 24-20, e al primo set point è Enweonwu a chiudere con un gran diagonale (25-20).

Nel terzo Bregoli lascia in campo Frantti per Perinelli, ma Il Bisonte continua a spingere e quando Alberti mette il muro del 6-3 Bregoli è subito costretto a chiamare time out: Nwakalor e Lazic mettono giù altri due grandi palloni (9-5), Bregoli spende subito il suo secondo time out ma non ferma l’emorragia (13-5), poi però un black out prolungato consiglia a Mencarelli di parlarci su (13-9). Chieri rimonta ancora chiudendo uno 0-6 per il 13-11, Guerra interrompe il parziale al termine di una lunghissima azione (14-11) e la stessa Guerra chiude uno scambio incredibile per il 17-13, con la difesa ancora protagonista: dall’altra parte serve ancora una volta la reazione di una super Grobelna per accorciare sul 18-17 e provocare il time out di Mencarelli, e la chiacchierata serve perché Nwakalor e Alberti ricreano un utilissimo + 5 (22-17), che però non basta ad evitare un nuovo tentativo di rimonta (22-20). Gli scambi si allungano incredibilmente, Cambi risolve con un fenomenale tocco di seconda (23-20), poi Nwakalor procura tre set point (24-21) e subito sul primo, con Hashimoto in battuta per Alberti, è Guerra a chiudere col murone del 25-21.

Nel quarto c’è di nuovo Perinelli, e il primo break dopo un inizio combattutissimo è firmato dall’ace di Bosio e dall’attacco di Villani (5-8), ma Firenze c’è e rientra subito con Ogoms e Guerra (10-10), con Bregoli che ferma il gioco ma non evita il sorpasso di una scatenata Ogoms (11-10): entra anche Zambelli per Alhassan ma il vantaggio si allarga con l’ace di Cambi certificato dal videocheck (14-11), Chieri però non si arrende e torna sotto con Villani (18-18), con Mencarelli che inserisce Van Gestel per Lazic. L’equilibrio adesso è assoluto, e il susseguirsi dei cambi palla viene interrotto solo da Nwakalor, che trova attacco e pallonetto per il 23-21 e il conseguente time out di Bregoli: Villani rimette in partita la Reale Mutua con un attacco e un muro (23-23), Mencarelli ferma il gioco e Nwakalor procura il primo match point (24-23), ma solo sul secondo, propiziato da Alberti, Cambi mette il punto esclamativo alla sua partita con l’ennesimo tocco di seconda (26-24).

LE PAROLE DI MARCO MENCARELLI – “È stata una vittoria parzialmente attesa, nel senso che già in settimana avevamo ricominciato ad allenarci con continuità e qualità e questo di solito lascia presagire una crescita della squadra e del gioco nel momento agonistico: quello che sicuramente è inaspettato è il poco tempo nel quale ciò si è concretizzato e questo non fa altro che esaltare il valore delle ragazze, che a fronte di una loro convinzione possono fare cose importanti. È un bel segnale sotto tanti punti di vista, non solo perché abbiamo vinto contro una squadra forte, rognosa, ben organizzata e che gioca bene, ma anche e soprattutto per la nostra convinzione: arriviamo al rush finale del campionato con la certezza di poter giocare così anche contro le prossime avversarie”.

Il Bisonte in tv, anticipo su Rai Sport contro Chieri
Domani torna il derby, Il Bisonte col morale alto