Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Mercoledì 21 Gennaio 2015

Il successo di Bergamo contro la Foppapedretti ha rilanciato le ambizioni de Il Bisonte Firenze, che adesso ha dieci punti di vantaggio sulla zona retrocessione e può guardare con più fiducia all'ultima fase della regular season. La squadra fra l'altro è già tornata al lavoro in palestra, e avrà un giorno in più per preparare la sfida contro la Pomì Casalmaggiore, che si giocherà lunedì sera alle 20.30 al Mandela Forum per l'indisponibilità del palazzetto fiorentino nel giorno precedente.

Intanto, dopo la quattordicesima giornata di serie A1, le statistiche di squadra dicono che Il Bisonte Firenze è dodicesimo e ultimo per numero di ace (23), in una classifica guidata da Casalmaggiore con 78, e nono per numero di muri (119), in una classifica guidata da Conegliano con 151. A livello individuale Carmen Turlea è la giocatrice più prolifica de Il Bisonte con 221 punti, nona in una classifica generale guidata da Samanta Fabris di Modena (294), seguita da Neriman Ozsoy di Conegliano e da Valentina Diouf di Busto Arsizio, seconde a pari merito con 264. La seconda realizzatrice de Il Bisonte è Chiara Negrini, ventiquattresima con 151 punti, mentre la centrale più prolifica fra le azzurrine è Raffaella Calloni, trentesima generale con 143 punti e quinta 'cannoniera' nel suo ruolo in una classifica guidata da Ekaterina Lyubushkina di Busto Arsizio con 165. Grazie agli otto muri messi a segno a Bergamo, Raffa Calloni è balzata in testa alla classifica dei block in con 44, insieme a Rachel Adams di Conegliano, con Ekaterina Lyubushkina di Busto Arsizio terza con 43. Valentina Tirozzi di Casalmaggiore è invece in testa alla speciale classifica degli ace con 22, con Rita Liliom che è ventunesima con 7 e prima de Il Bisonte. A livello di coppie di centrali, quella de Il Bisonte (Bertone e Calloni) è al settimo posto per punti realizzati (217), in una graduatoria guidata da quella di Casalmaggiore (Stevanovic-Gibbemeyer) con 280, davanti a quella di Busto Arsizio (Lyubushkina-Michel), seconda con 262, e a quella di Novara (Chirichella-Guiggi), terza con 246.