Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Domenica 30 Marzo 2014

IL BISONTE SAN CASCIANO 2

SOVERATO 3

 

IL BISONTE SAN CASCIANO: Mastrodicasa 13, Focosi, Lotti 11, Giovannelli ne, Villani 2, Parrocchiale (L), Savelli ne, Pietrelli 17, Koleva 20, Bertone 14, Vingaretti 1. All. Vannini.

SOVERATO: Cacciapaglia (L), Travaglini 11, Boscacci 13, Martinuzzo 13, Rosa 27, Arimattei 11, Ferraro, Lavorenti, Bellapianta, Burduja, Torcasio ne, De Lellis 6. All. Breviglieri.

Arbitri: Pristerà – Fretta.

Parziali: 22-25, 25-23, 25-19, 16-25, 13-15.

Note – durata set: 25’, 32’, 27’, 22’, 17’; muri punto: Il Bisonte 11, Soverato 13; ace: Il Bisonte 6, Soverato 3.

La seconda sconfitta consecutiva lascia un po’ l’amaro in bocca per come è arrivata, con Il Bisonte in vantaggio prima 2-1 dopo aver rimontato il Soverato da un set sotto, e poi 8-4 al tie break, ma testimonia che le energie cominciano a scarseggiare, e a volte non basta un grande cuore se dall’altra parte c’è una giocatrice come Yarimar Rosa, capace di realizzare 27 punti col 45% in attacco e di mettere lo zampino in tutti i momenti decisivi. Peccato perché con questo ko le azzurrine non possono ancora festeggiare il secondo posto matematico, sebbene manchi un solo punto da raccogliere nelle prossime due partite, mentre per la promozione diretta solo un suicidio (sportivo) di Montichiari permetterebbe di andare a giocarsi qualcosa nello scontro diretto dell’ultima giornata. Quel che c’è da fare adesso è ripartire subito dalle cose buone che comunque anche contro Soverato si sono viste, e mettere da parte la delusione per concludere bene il campionato e poi, molto probabilmente, andare a giocarsi tutto ai play off.

Francesca Vannini parte con Vingaretti in palleggio, Koleva opposto, Bertone e Mastrodicasa centrali, Pietrelli e Lotti in banda e Parrocchiale libero. Breviglieri risponde con la ex De Lellis in regia, Boscacci opposto, Rosa e Arimattei bande, Travaglini e Martinuzzo centrali e Cacciapaglia libero.

Il Bisonte sale subito 6-3 anche sfruttando un paio di errori di Soverato, che però reagisce subito per il 6-6. La partita non è bellissima, due muri di Bertone, un attacco di Pietrelli e un ace di Lotti valgono l’allungo (12-8), ma poi qualcosa si inceppa in ricezione e in distribuzione e le ospiti, trascinate da una fantastica Rosa (sette punti nel set) salgono 12-13 e poi 13-16. Sul 20-23 Breviglieri inserisce Lavorenti e Burduja per Boscacci e De Lellis, Koleva illude il PalaMontopolo con due punti di fila (22-23), ma poi rientrano De Lellis e Boscacci e sono le centrali Martinuzzo e Travaglini a chiudere 22-25.

Il Bisonte non si scoraggia e parte bene nel secondo set con un paio di ace di Koleva (8-2), ma Soverato cresce nuovamente e si avvicina fino all’11-9. Sul nuovo allungo di Lotti sembra finita (20-14), ma Breviglieri comincia una serie di cambi e Travaglini accorcia fino al 23-21. Il Bisonte si costruisce tre set point (24-21), Rosa annulla il primo, un attacco out di Koleva vanifica il secondo, ma sul terzo è Pietrelli a firmare il 25-23 che vale l’1-1.

È ancora Koleva a costruire il 5-2 con cui si apre il terzo set, poi tre punti di fila di Lotti valgono il 9-5. Il Bisonte è in trance agonistica e sale sul 17-11 con Pietrelli, poi sul 17-12 Vingaretti accusa un piccolo problema alla caviglia: entra Focosi, ma poi la regista titolare torna in campo sul 18-14, con le azzurrine che seppur soffrendo controllano fino al 25-19 di Koleva.

Soverato però nel quarto si issa subito 4-7 e il vantaggio cresce inesorabilmente, senza che la squadra di Francesca Vannini riesca a reagire e a giocare come nei precedenti due set: prima 5-9, poi 6-11, 7-13 e 10-17 fino al 16-25 che manda tutti al tie break.

Dove rimane in campo Villani, che era entrata per Lotti nel finale del quarto set, e dove Koleva e Mastrodicasa scavano subito un 4-1, allungato poi da Bertone per l’8-4. Il muro di Martinuzzo però è la testimonianza che Soverato ci crede ancora (8-7) e Boscacci impatta sull’11-11 e poi con un muro firma l’11-12. E’ il segno che la partita è cambiata, tanto che Rosa si procura tre match point (11-14): i primi due sono annullati da Mastrodicasa (13-14), ma sul terzo è ancora una Rosa mostruosa (cinque punti nel tie break) a regalare la vittoria a Soverato (13-15).