Finalmente si ricomincia, la gara di esordio della 77° Edizione del Campionato di Serie A1 Femminile vede il Bisonte Firenze impegnato domani nella trasferta di Novara: l’appuntamento è alle 17 al Pala Igor Gorgonzola.

Coach Bellano potrà contare su tutte le atlete a disposizione per affrontare le igorine di Lavarini, una delle super big del campionato. 

Saranno due le ex della sfida: a Firenze c’è Carlotta Cambi che vinse lo scudetto con la Igor Gorgonzola nella stagione 2016/17; a Novara invece c’è Nika Daalderop, bisontina per il biennio 2018/2020.

Per quanto riguarda i precedenti, fra A2, A1 e Supercoppa sono ventuno, con tre vittorie de Il Bisonte (di cui solo una a Novara, 3-2 il 13 novembre 2016 in A1) e diciotto della Igor Gorgonzola (di cui dieci negli ultimi undici confronti giocati).

La partita fra Igor Gorgonzola Novara e Il Bisonte Firenze sarà trasmessa in diretta streaming, in esclusiva e in alta definizione, su VBTV, la nuova casa della pallavolo italiana previa sottoscrizione di un abbonamento sul sito https://www.volleyballworld.tv/home

 

MASSIMO BELLANO– “La partita con Novara è sicuramente un inizio importante perché giochiamo con quella che attualmente è la seconda forza di campionato, una squadra con un’identità ed un’idea di gioco ben precisa e con dei giocatori di grande valore sia tra le sette che partiranno sia per quanto riguarda la possibilità che Lavarini ha di pescare dalla panchina trovando comunque delle campionesse e delle giocatrici di spessore. Noi abbiamo completato sette settimane di lavoro intenso e siamo pronti per iniziare questa avventura cercando innanzitutto di tenere il ritmo ed il livello di gioco di Novara provando a farci trovare pronti a cogliere qualsiasi opportunità si possa presentare nel corso della partita. Per noi è un test bello, importante che sancisce l’inizio di un ciclo per cui lo affronteremo con grande carica e curiosità di vedere come ce la caviamo al cospetto di un avversario di questa qualità”

TROFEO CITTA’ DI SCANDICCI, TERZO POSTO PER FIRENZE
IGOR BOTTINO PIENO