IGOR GORGONZOLA NOVARA - IL BISONTE FIRENZE 3-1 (25-21 25-6 19-25 25-18) 

IGOR GORGONZOLA NOVARA: Hancock 4, Bosetti 6, Bonifacio 8, Karakurt 26, Daalderop 8, Chirichella 7, Fersino (L), Herbots 7, Montibeller 1, D'odorico, Battistoni. Non entrate: Washington, Imperiali (L), Costantini. All. Lavarini. 

IL BISONTE FIRENZE: Knollema 9, Belien 9, Cambi 1, Sorokaite 12, Sylves 13, Enweonwu 6, Van Gestel (L), Lapini 1, Bonciani. Non entrate: Golfieri, Diagne. All. Bellano. 

ARBITRI: Venturi, Goitre. NOTE - Spettatori: 1029, Durata set: 27', 16', 24', 23'; Tot: 90'.

 

A poche ore dall’inizio della gara Il Bisonte Firenze si trova costretto a fare a meno di tre giocatrici; a causa di una positività al Covid-19 riscontrata nel gruppo squadra la società a titolo precauzionale ha deciso di isolare anche le due atlete che avevano avuto con essa maggiori contatti, nonostante i tamponi risultassero negativi.

La formazione della Igor Volley Novara strappa il pass per la semifinale di Coppa Italia superando per 3-1 l’incerottato Bisonte Firenze, che ha provato a dare il massimo per onorare il campo coltivando le proprie risorse e sperimentando la propria resilienza e facendo quindi fronte in maniera positiva alle avversità dell’ultimo momento.

Coach Lavarini parte con Hancock in regia e Karakurt in diagonale, Chirichella e Bonifacio al centro, Daalderop e Bosetti in banda e Fersino libero

Massimo Bellano risponde con Cambi in regia, Enweonwu opposto, Knollema e Sorokaite in banda, Sylves e Beliën al centro e Van Gestel libero.

Partono forte le igorine nel primo set, aggredendo dai nove metri (4-0) e Bellano ferma subito il gioco. Buone giocate delle bisontine con Sorokaite ed Enweonwu, monster block di Belien su Bosetti (12-8). Troppi gli errori al servizio di Firenze, qualche occasione di troppo sprecata in attacco (15-11). Accorciano le distanze le bisontine, grazie al super salvataggio in difesa di Enweonwu finalizzato poi da Sorokaite (15-13) e Lavarini ferma il gioco. Novara spinge in attacco con Karakurt (18-14), entra Lapini su Sylves dai nove metri, ancora Karakurt da seconda linea. Risponde Cambi servendo un’ottima pipe a Sorokaite (19-16). Ancora Sorokaite (21-19), murone di Bonifacio su Enweonwu (23-19). Cambi annulla il primo set ball con un bell’anticipo di carattere, Sorokaite a segno in diagonale (24-21). Chiude Dalderoop in parallela.

Avvio di secondo set targato Novara (7-1) e Bellano ferma il gioco cerando di aiutare le proprie ragazze a reagire, ma i problemi in ricezione e gli errori in fase offensiva sono troppi e Novara se ne va (18-2). Bonciani per Cambi, Lapini su Knollema. Il monologo viene interrotto solo da Sylves (22-4). Mani out di Lapini (23-5), Bosetti trova il set point con la diagonale vincente, chiude Karakurt (25-6).

Nel terzo set partono bene le bisontine (0-4) che aggrediscono con Sorokaite in attacco e Sylves dai nove metri, murone di Enweonwu su Karakurt (0-6) e Lavarini ferma il gioco. Belien pallonetto vincente (2-7). Contro parziale di Novara (6-8), murone di Sylves su Dalderoop (6-10). Super spike di Knollema, murone di Sylves su Karakurt, pallonetto vincente di Sylves ed è +7 Firenze. Lavarini cambia le carte in tavola, ma è il Bisonte show e chiude ancora Knollema (7-15). Herbots e Bosetti accorciano ma arrivano il murone prima e l’ace dopo di Sylves (12-18). Monster block di Sorokaite (12-19). Qualche errore di troppo per Firenze (17-22), Herbots e Karakurt tengono Novara aggrappata (19-23). Sylves regala il set point fermando Bosetti in attacco, super difesa di Cambi e monster block di Knollema su Chirichella (19-25).

Equilibrio all’avvio della quarta frazione di gioco, poi le padrone di casa riprendono le redini del gioco e prendono le distanze con Karakurt trascinatrice, murone di Bonifacio su Sylves (9-5). Sorokaite accorcia con due bellissime giocate in parallela (10-7) e (11-8). Perentoria la finalizzazione di Karakurt su base zero, bene la fast di Belien (12-9).    Herbots da seconda linea (15-10) e Bellano ferma il gioco. Herbots trova l’ace che vale il +6. Knollema risponde con un bel mani out poi super spike di Enweounwu (16-12). Allungo delle igorine trascinate da Karakurt e Bonifacio (21-13). Dentro Lapini su Sylves per tentare di aggredire dai nove metri, Sorokaite ancora decisiva in attacco (22-17) e Lavarini ferma il tentativo di rimonta fiorentino. Qualche errore di troppo sul finale e Karakurt, protagonista del match, chiude set e partita (25-17).

 

LE PAROLE DI MASSIMO BELLANO- “La squadra ha provato a fare tutto quello che oggi aveva nelle sue corde. Usciamo dal campo comunque a testa alta perché abbiamo provato a dare tutto con onore e orgoglio. Accettiamo il verdetto del campo con la consapevolezza di esserci stati. Ci dispiace per il secondo set, secondo me è stata l’unica nota stonata della partita, purtroppo ci stanno anche momenti come quelli. Il rammarico più grosso rimane quello di essere partiti contratti nel primo, attaccando male nelle situazioni di palla positiva e perfetta, perché invece abbiamo lavorato molto bene sulle palle staccate ed in contrattacco. Se avessimo fatto qualcosa in più sulle situazioni da palla super forse il set avrebbe potuto prendere una piega diversa. Nel terzo set abbiamo avuto una gran bella reazione, murando tanto e facendo qualcosa di importante. Nel quarto siamo partiti punto a punto, poi loro hanno creato un paio di break con i loro battitori in salto portandoseli fino a fine gara e non siamo riusciti a rientrare. Complimenti a Novara e noi continuiamo a fare il nostro percorso. Avanti con le prossime partite.”

LA VARIANTE OMICRON COLPISCE ANCHE IL BISONTE
AGGIORNAMENTI SITUAZIONE COVID