Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Venerdì 26 Settembre 2014

La prima amichevole del precampionato mette nelle gambe delle azzurrine, un po’ appesantite per la dura preparazione, ben cinque set di proficua pallavolo. La Corpora Aversa si conferma avversario di livello, seppur di una categoria inferiore (A2 contro A1), e impegna Il Bisonte, che deve ricorrere al tie break per vincere una partita in cui però ovviamente il risultato era l’ultimo dei pensieri. Piuttosto, Francesca Vannini ha potuto ruotare tutta la rosa a sua disposizione, ottenendo risposte interessanti da tutte le giocatrici, anche e soprattutto da quelle che sono entrate nel corso del match. In particolare si sono viste buone cose sia in attacco che in battuta che in distribuzione, anche se ovviamente è da affinare l’intesa di un gruppo per metà nuovo rispetto all’anno scorso. Il tutto nella splendida cornice del Mandela Forum, con un gruppetto di Pellicani Feroci che non ha voluto far sentire la sua mancanza alla squadra e la presenza anche dell’Assessore allo Sport del Comune di Firenze Andrea Vannucci.

Coach Vannini parte con Petrucci in palleggio, Turlea opposto, Bertone e Calloni (confortante il suo rientro dopo quasi un anno di stop) centrali, Liliom e Negrini bande e Parrocchiale libero, risponde Della Volpe, privo dell’infortunata Lapi, con Drozina in palleggio, Merkova opposto, Veglia e Nardini centrali, Donà e Dekani bande e Minervini libero. Il primo punto è di Turlea, nel primo set Il Bisonte è concentrato e Liliom chiude 25-16. Nel secondo entrano Mastrodicasa e l’ex Pascucci, ma un inizio top della Corpora e un po’ disattento delle azzurrine permette alle campane di fuggire subito e di chiudere 19-25. Nel terzo il ritmo dell’Azzurra torna alto (25-16), poi nel quarto Vannini inserisce Poggi, Pietrelli, Vingaretti e Savelli ed è di nuovo un brutto inizio, normale visto i tanti i cambi, a consentire l’allungo di Aversa (20-25), prima del tie break in cui invece le azzurrine tornano in controllo e chiudono con Poggi e Pietrelli, con l’ingresso dell’altra ex Focosi dall’altra parte.

LE PAROLE DI FRANCESCA VANNINI – “Chiaramente ancora la strada è lunga, perché stiamo cercando di trovare una identità ed esprimere un gioco che mi piaccia. A tratti si sono viste delle cose buone, che fanno intravedere potenzialità importanti, mentre a tratti abbiamo sbagliato qualcosa, e questo è dipeso sia dalla durezza della preparazione che dal fatto che per costruire una squadra ci vuole tempo. Quello che non mi è piaciuto tanto è stato l’atteggiamento all’inizio del secondo set, dopo aver vinto il primo: ci siamo un po’ addormentate, e vorrei che non succedesse più. Ho ruotato tutte le giocatrici, perché era la cosa giusta da fare e perché tutte si impegnano tanto ed è giusto che abbiano i loro spazi, e devo dire che ho avuto buone indicazioni anche da quelle che teoricamente non sono titolari”.

IL TABELLINO - IL BISONTE SAN CASCIANO: Mastrodicasa 6, Petrucci 7, Liliom 3, Turlea 14, Negrini 10, Poggi 7, Pascucci 8, Parrocchiale (L1), Savelli (L2), Pietrelli 6, Calloni 8, Bertone 11, Vingaretti. All. Vannini.

CORPORA AVERSA: Focosi, Merkova 8, Drozina 6, Ferrara 7, Nardini 7, Donà 15, Dekani 10, Veglia 8, Minervini (L1), Giampietri (L2). All. Della Volpe.

Parziali: 25-16, 19-25, 25-16, 20-25, 15-8.