Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Giovedì 24 Aprile 2014

In casa Il Bisonte San Casciano si comincia già a respirare aria di derby: domenica è in programma gara uno della semifinale play off contro la Savino Del Bene Scandicci, e per abituarsi ai riferimenti del PalaParenti, la nuova casa delle azzurrine per questi spareggi promozione, coach Francesca Vannini ha deciso di far svolgere al suo gruppo diversi allenamenti proprio nell’impianto di Santa Croce sull’Arno. Dove la schiacciatrice Silvia Lotti è di casa, essendo originaria della vicinissima San Miniato e avendo giocato nella Biancoforno nel 2010/11. “Al di là del fatto di aver giocato tante volte in quel palazzetto – racconta Silvia – credo che in generale la nostra squadra sia comunque avvantaggiata: è vero che non siamo nella nostra vera casa, e che il PalaParenti è molto diverso dal PalaMontopolo, ma ci stiamo allenando lì spesso e quindi avremo comunque più confidenza con l’ambiente rispetto a loro”.

 

Come stai vivendo la settimana pre derby?

 

“Personalmente è una sensazione che mi piace, perché più le partite sono sentite e più mi caricano: ci sarà tanto pubblico e tanto tifo, e questo sarà sicuramente un valore aggiunto”.

 

Oltretutto, al di là del campanile, è anche una serie che vale tantissimo..

 

“Eh sì, sarà una gara dura perché i play off sono un minicampionato a sé e la posta in palio è altissima: in più, come detto, il derby è molto sentito, e quindi sarà una situazione non semplice da gestire, ma noi siamo tranquille e cariche e quindi non vediamo l’ora di giocare”.

 

Quest’anno i precedenti sono nettamente a vostro favore: è un vantaggio?

 

“Abbiamo vinto tre volte su quattro, e nella quarta abbiamo perso solo dopo aver centrato il set che ci serviva per passare il turno in Coppa Italia, ma ciò che è stato è stato: nei play off può succedere di tutto e quindi ci siamo già buttate alle spalle le gare passate. Adesso viviamo il presente, e pensiamo solo a preparare queste importantissime partite”.

 

Uscendo un attimo dall’aspetto agonistico, un derby in semifinale play off di A2 è un evento importante per il volley fiorentino..

 

“E’ vero, io poi sono anche toscana e quindi sono di parte: sono contenta che le due squadre siano arrivate entrambe così avanti, una regione come la Toscana merita almeno una formazione di alto livello, quindi questa sfida mi riempie di gioia, anche se ovviamente spero che ad andare avanti sia Il Bisonte..”.

 

Sarebbe il culmine di una stagione già eccezionale..

 

“Sì, siamo molto soddisfatte di quello che abbiamo fatto, a partire dalla conquista della Coppa Italia: essendo solo al secondo anno in A2, non è poco avere già un trofeo in bacheca. Anche in campionato ce la siamo giocata fino in fondo per la promozione diretta, abbiamo avuto un calo nelle ultime partite, ma non abbiamo perso niente perché adesso ci giochiamo i play off e ricomincia tutto da capo”.