Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Martedì 14 Giugno 2016

Un grande colpo e quattro conferme importanti. Inizia con il botto il mercato de Il Bisonte Firenze, che ufficializza l’arrivo da Piacenza dell’opposto azzurro Indre Sorokaite e il prolungamento del rapporto con la centrale Raffaella Calloni, la palleggiatrice Marta Bechis, la schiacciatrice Giulia Pietrelli e il libero Beatrice Parrocchiale. Con Sorokaite, ventottenne di origine lituana, Il Bisonte si rinforza con una attaccante di notevole affidabilità, reduce dalla finale scudetto giocata da protagonista con Piacenza e da varie esperienze importanti, sia in Italia che all’estero che in azzurro: fra l’altro Indre ritrova ne Il Bisonte Marco Bracci, che l’aveva allenata in alcuni stage con la nazionale quando ancora era in attesa di ottenere la nazionalità italiana, così come Calloni, Bechis e Parrocchiale, incrociate in varie esperienze sia coi club che in azzurro. A proposito delle conferme, coach Bracci potrà dunque ripartire anche da quattro giocatrici di grande livello, che rappresentano il vero e proprio zoccolo duro della squadra: in ordine di ‘anzianità’, per Giulia Pietrelli, schiacciatrice classe 1988, sarà addirittura la sesta stagione ne Il Bisonte (arrivò nel gennaio 2012 in B1), per Beatrice Parrocchiale, libero classe 1995, la quarta, per Raffaella Calloni, centrale classe 1983, la terza, e per Marta Bechis, palleggiatrice classe 1989, la seconda.

LA CARRIERA DI INDRE SOROKAITE – Indre Sorokaite nasce a Kaunas, in Lituania, il 2 luglio 1988, e intorno ai quattordici anni si trasferisce in Italia. Nel 2003, a neanche 15 anni, debutta nel Montesilvano, in B2, poi l’anno successivo viene ingaggiata dal Castelfidardo, in A2, dove rimane due stagioni. Nel 2006 passa alla Foppapedretti Bergamo, squadra della sia città adottiva, dove debutta in A1: in tre annate vince due Champions League e una Coppa Italia, poi nel 2009 decide di tornare in A2, nel Chieri, club con il quale alla seconda stagione ottiene la promozione in A1 e nel quale rimane fino al dicembre del 2012, quando decide di provare la sua prima esperienza all’estero. La destinazione è l’Azerbaigian: per sei mesi milita nell’Azerrail Baku, poi nell’estate del 2013 un'altra ‘migrazione’, stavolta in Giappone, dove rimane per una stagione nel Denso Airybees nella seconda categoria nipponica, ottenendo la promozione nella massima serie. Nel frattempo, con l’ottenimento della cittadinanza italiana, arriva anche il debutto nella nazionale azzurra, nella Alassio Cup del giugno 2013, mentre nel 2014 torna in Italia anche a livello di club, sbarcando a Piacenza dove in due stagioni, prima del passaggio a Il Bisonte, vince una Supercoppa Italiana, mentre in nazionale parteciperà fra le altre cose al World Grand Prix 2015 e agli Europei 2015.

LE PAROLE DEL PRESIDENTE ELIO SITA’ – “La società è stata dietro a Indre in quest’ultimo mese, per cercare di ingaggiare una giocatrice di esperienza e dal grosso bagaglio sia nazionale che internazionale. Ci serviva una atleta e una persona come lei, di qualità indubbie, che anche quest’anno si è distinta fino alla finale scudetto con Piacenza: aveva tantissime richieste sia dall’Italia che dall’estero, ma ha sposato il progetto Il Bisonte e noi siamo davvero molto soddisfatti”.

LE PAROLE DI INDRE SOROKAITE – “Arrivo da due anni di esperienza con Piacenza dove ho giocato ai massimi livelli, ma sono molto contenta di aver scelto una squadra che deve crescere, e nella quale potrò mettere a disposizione tutta la mia esperienza per contribuire a concretizzare un progetto importante. Ho parlato sia con i dirigenti che con l’allenatore, e ho capito che qui a Il Bisonte c’è l’ambizione di poter far sempre meglio, migliorando sia la squadra che l’organizzazione: a me piacciono molto queste sfide, l’ho dimostrato nel corso della mia carriera e quindi spero di poter dare una mano a questa società che merita palcoscenici importanti”.