Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Domenica 7 Giugno 2015

Super colpo di mercato per Il Bisonte Firenze. Il ds Duccio Ripasarti ha perfezionato l’ingaggio della centrale serba Nadja Ninkovic, classe 1991, che proviene dal Volero Zurigo e che vanta già un palmares da urlo sia a livello di club che di nazionale, con la partecipazione a tutti i tornei più importanti. Alta 193 cm, la serba ha dimostrato negli anni grandissime potenzialità sia in attacco che a muro (cliccatissima su Youtube la sua serie di tre block in consecutivi negli ultimi mondiali contro il Brasile), e quest’estate fra l’altro non sarà impegnata con la sua nazionale, potendo quindi unirsi al gruppo di Francesca Vannini fin dall’inizio della preparazione. Nadja Ninkovic va ad aggiungersi a Raffaella Calloni in un reparto delle centrali che promette già scintille in vista del prossimo campionato.

LA CARRIERA – Nadja Ninkovic nasce a Belgrado il 1 novembre 1991, e debutta nel professionismo con la Stella Rossa di Belgrado, entrando nel roster della prima squadra ad appena quindici anni, nel 2006. Rimane in una delle squadre più importanti del suo paese per cinque stagioni, vincendo due campionati serbi e due coppe di Serbia, poi nel 2011 si trasferisce in Svizzera, al Volero Zurigo: in quattro stagioni vincerà quattro campionati svizzeri, quattro coppe di Svizzera e una Supercoppa svizzera, spingendosi fino ai play off a 6 nella Champions League 2013/14 e conquistando un grande terzo posto nella Coppa del Mondo per Club del 2015. Strepitoso anche il suo palmares con la nazionale della Serbia, con la quale ha debuttato nel 2009, a 18 anni: Nadja ha partecipato ai mondiali del 2014 (settimo posto), e agli Europei del 2011 (vincendo l’oro), oltre ad aver conquistato due bronzi al World Grand Prix (2011 e 2013) e due ori nell’European League (2009 e 2011).

LE PAROLE DEL DS RIPASARTI – “Quello della Ninkovic è sicuramente un arrivo di grande prestigio. Nadja è forse poco conosciuta in Italia, ma si tratta di un’atleta di caratura internazionale, con partecipazioni a tutte le manifestazioni più importanti sia con la sua nazionale che con i club. È una giocatrice dotata fisicamente e completa nei fondamentali di attacco e muro, nei quali esprime una continuità di rendimento importante. Nadja andrà a formare insieme a Raffaella Calloni una diagonale di centrali di primissimo livello, da cui ci attendiamo grandi cose”.