Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Mercoledì 30 Aprile 2014

Il primo maggio è la festa dei lavoratori, ma la speranza è che anche Il Bisonte San Casciano domani possa fare festa per la qualificazione alla finale dei play off promozione. La possibilità c’è: domenica, trionfando in gara uno di questa semifinale contro la Savino Del Bene Scandicci, la squadra di Francesca Vannini si è costruita subito due match point, il primo dei quali da provare a sfruttare già da domani a Scandicci (fischio d’inizio alle 18 al Palasport di via Rialdoli), mentre l’eventuale secondo sarebbe da giocarsi di nuovo in casa, al PalaParenti, domenica prossima alle 18. Ovvio che però la concentrazione e la voglia di vincere delle azzurrine sia tutta proiettata sulla gara due di domani, quando dovranno cercare di confermare numeri da capogiro: domenica scorsa Il Bisonte è tornato sui livelli di due mesi fa, sia a livello tecnico che soprattutto fisico, sfoderando una prestazione monstre e dominando dal primo all’ultimo punto le scandiccesi, grazie a un impressionante 47% di squadra in attacco (in cui spiccano il 55% di Koleva, 20 punti, e il 75% di Mastrodicasa, 10), ma anche a una ricezione positiva al 63%, sempre di squadra, a una difesa mozzafiato guidata da una super Parrocchiale, e a una distribuzione sempre intelligente da parte di Vingaretti. Chiaro che però non sarà semplice ripetersi, perché dall’altra parte ci sarà una Savino Del Bene a caccia del riscatto fra le mura amiche: a sprazzi la squadra di Botti ha dimostrato di poter far male all’Azzurra, con le bordate di Van Daelen e di Moneta, i primi tempi di Strobbe, i muri di Lapi e le difese di Lussana, e quindi domani è lecito aspettarsi una partita molto più combattuta, in cui Mastrodicasa e compagne dovranno ripartire da zero e giocare come se fosse la prima gara, senza pensare di essere già vicine alla finale. Per tenere alta la tensione, Francesca Vannini ha radunato il suo gruppo già a partire da lunedì sera, e domani si presenterà con le solite dieci a referto, senza Bertone ma con un gruppo in forma e carico a molla, con la solita folta rappresentanza di tifosi pronta ad occupare gli spalti del Palasport di Scandicci e a sostenerla con grande calore.

LE PAROLE DEL VICE GIAMPIERO GENTILE – “Domani ci aspettiamo uno Scandicci molto più motivato e determinato, perché domenica scorsa non ha espresso a pieno il suo valore, probabilmente anche per merito nostro: speriamo di riuscire a gestire la situazione con la stessa grinta e la stessa concentrazione di gara uno, perché da questo punto di vista le ragazze hanno dimostrato davvero una grande maturità, ed è la cosa che più ci è piaciuta. Stavolta ovviamente la Savino Del Bene avrà un vantaggio perché giocherà in casa, ma i nostri tifosi li conosciamo bene e siamo sicuri che verranno a sostenerci in massa anche a Scandicci, così come hanno fatto a Santa Croce”.

LE AVVERSARIE – Nella Savino Del Bene Scandicci, coach Marco Botti dovrebbe riproporre il sestetto che è partito titolare in gara uno, con Fiamma Mazzini in palleggio, Deborah Van Daelen opposto, Serena Moneta e Valentina Rania bande, Marilyn Strobbe e Chiara Lapi al centro e Silvia Lussana libero.