Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Martedì 28 Marzo 2017

@fotocronache Germogli

Chiusa la regular season con la straordinaria vittoria nel derby contro la Savino Del Bene, Il Bisonte Firenze ha già cominciato a preparare il suo storico debutto in un play off scudetto, in programma giovedì sera al Mandela Forum contro il Sudtirol Bolzano: dopo una domenica di riposo, ieri pomeriggio la squadra si è ritrovata in sala pesi, mentre oggi è in programma una doppia seduta tecnico-tattica. Domani il consueto allenamento pomeridiano sarà accompagnato dallo studio al video dell’avversario, poi giovedì mattina l’ultima sgambata al Mandela Forum prima del match delle 20.30, valido per l’andata del primo turno dei play off.

Intanto si è conclusa la regular season di serie A1, con una serie di record storici per Il Bisonte nella massima categoria: miglior posizione (nona), maggior numero di punti (30), maggior numero di vittorie (11, con bilancio in pareggio con le sconfitte). In più in questo campionato Firenze è stata la squadra che ha giocato più tie break (9 in 22 partite) e che ne ha vinti di più (6). Le statistiche finali di squadra dicono che Il Bisonte Firenze ha chiuso al nono posto per numero di ace (81), in una classifica vinta da Casalmaggiore con 130, e al quinto per numero di muri (209), in una classifica vinta da Scandicci con 253. A livello individuale Indre Sorokaite è risultata la giocatrice più prolifica de Il Bisonte con 444 punti, terza in una classifica generale vinta da Paola Egonu del Club Italia (553), davanti a Katarina Barun-Susnjar di Novara, seconda con 474. La seconda realizzatrice fra le bisontine è stata Stephanie Enright, ottava con 346 punti, mentre la centrale più prolifica di Firenze è stata Raffaella Calloni, ventisettesima generale con 232 punti e quinta 'cannoniera' nel suo ruolo in una classifica vinta da Adenizia Ferreira Da Silva di Scandicci con 292, seguita da Robin De Kruijf di Conegliano, seconda con 277, e da Martina Guiggi di Bergamo, terza con 240. Adenizia Ferreira Da Silva di Scandicci si è aggiudicata anche la classifica generale dei muri vincenti con 101, con Laura Melandri e Raffaella Calloni seconde a pari merito con 63 e prime delle bisontine, mentre Katarina Barun-Susnjar di Novara è risultata prima nella speciale classifica degli ace con 44, con Indre Sorokaite settima con 26 e prima de Il Bisonte. A livello di coppie di centrali, quella di Firenze (Calloni e Melandri) ha chiuso al quinto posto per punti realizzati (392), in una graduatoria vinta da quella di Casalmaggiore (Stevanovic-Gibbemeyer) con 429, seguita da quella di Scandicci (Adenizia-Arrighetti), seconda con 428, e da quella di Conegliano (De Kruijf-Folie), terza con 417. Da segnalare anche la classifica delle ricezioni perfette, in cui la nostra Beatrice Parrocchiale ha chiuso seconda con 260, una sola in meno delle 261 di Stefania Sansonna di Novara.