Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Giovedì 28 Settembre 2017

@photo Lollini

Sono i debutti dell’ultima arrivata Hannah Tapp e di Chiara Di Iulio le vere e proprie note liete del terzo allenamento congiunto della preparazione de Il Bisonte Firenze. Al Mandela Forum, contro un avversario di livello più alto come la Zambelli Orvieto neopromossa in A2, Marco Bracci ha dato subito spazio alla centrale americana, che sta cominciando a trovare l’intesa con le palleggiatrici Bechis e Bonciani, e a partire dal secondo set ha utilizzato per la prima volta dall’inizio della stagione anche Chiara Di Iulio: la schiacciatrice, reduce da un anno di inattività per la maternità e tenuta a riposo nei primi due allenamenti congiunti, ha giocato soprattutto in seconda linea, ma sicuramente è stato un test importante per cominciare a ritrovare la confidenza e scaldare intanto la ricezione e la difesa, e per fare qualche giro anche davanti. Coach Bracci stavolta ha dovuto fare a meno solo delle cinque nazionali (Sorokaite, Parrocchiale, Tirozzi, Miloš Prokopić e Santana) ed ha ruotato le sei giocatrici della prima squadra (Bechis, Bonciani, Pietrelli, Alberti, Di Iulio e Tapp) e sei giovani del consorzio Volley Art Toscana (Bassilichi, De Stefano, Romanelli, Mezzedimi, Dos Reis e Marocchini), partendo con Bechis in palleggio, Dos Reis opposto, Pietrelli e Mezzedimi in banda, Tapp e Alberti in banda e Romanelli libero: l’allenamento congiunto si è sviluppato su cinque set, di cui tre giocati con punteggio canonico, ma con due punti assegnati ad ogni rotazione, e due tradizionali, e Orvieto si è imposto in tutti e cinque i parziali (24-26, 24-26, 12-25, 25-27, 8-15)

LE PAROLE DI MARCO BRACCI – “Questo allenamento congiunto era un'altra tappa del nostro cammino di avvicinamento al campionato, e ciò che cercavo contro una squadra forte come Orvieto era una maggiore intesa delle palleggiatrici con i due centrali: nei giorni scorsi è arrivata la Tapp, avevamo bisogno di cominciare a trovare le traiettorie giuste e direi che è andata bene. In più ho dato un po’di spazio per la prima volta anche a Di Iulio, che è stata ferma un anno per la maternità e sta lavorando molto sul piano fisico: piano piano cercheremo di mettere a posto anche l’aspetto tecnico, Chiara è ancora indietro rispetto alle compagne, ma ho visto buoni segnali”.

L’ARRIVO DI DALY SANTANA - Anche Daly Santana ha finalmente raggiunto Firenze. Con qualche giorno di ritardo rispetto al previsto, a causa dell’uragano che ha colpito la sua Porto Rico, la nuova schiacciatrice de Il Bisonte ha completato oggi il lungo viaggio aereo che l’ha portata con diversi scali da San Juan a Firenze, e ha trovato ad attenderla all’Aeroporto Amerigo Vespucci la team manager Valentina Tiloca, che l’ha subito accompagnata al Mandela Forum per conoscere le nuove compagne. Da lunedì Santana comincerà ad allenarsi con la squadra, poi il 9 ottobre dovrà ripartire per Porto Rico per disputare le qualificazioni ai mondiali con la sua nazionale, con la quale in estate ha già giocato sia la Coppa Panamericana (bronzo) che il World Grand Prix 2: la schiacciatrice salterà quindi la prima giornata contro Monza, per poi rientrare a Firenze il 18 ottobre e mettersi definitivamente a disposizione di Marco Bracci.