Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Domenica 17 Dicembre 2017

IL BISONTE FIRENZE 3

LARDINI FILOTTRANO 0

 

IL BISONTE FIRENZE: Sorokaite 11, Alberti 6, Bechis 3, Bonciani, Tapp 8, Santana 9, Di Iulio ne, Parrocchiale (L), Pietrelli 2, Miloš Prokopić ne, Tirozzi 17. All. Bracci.

LARDINI FILOTTRANO: Melli 8, Bosio 2, Feliziani (L), Gamba ne, Negrini 3, Agrifoglio ne, Tomsia 1, Mitchem 16, Mazzaro 3, Hutinski 5, Scuka 3. All. Beltrami.

Arbitri: Talento – Saltalippi.

Parziali: 25-18, 25-23, 25-21.

Note – durata set: 21’, 26’, 23’; muri punto: Il Bisonte 6, Lardini 5; ace: Il Bisonte 5, Lardini 1; spettatori totali: 650.

Per la prima volta nella sua storia, Il Bisonte Firenze si qualifica per la Coppa Italia. Il 3-0 rifilato a Filottrano al Mandela Forum, unito al ko di Legnano contro Novara, vale l’ottavo posto alla fine del girone d’andata per le bisontine, e il conseguente pass per i quarti di finale della manifestazione. L’avversaria sarà l’Imoco Conegliano campione d’inverno, con andata mercoledì sera al Mandela Forum e ritorno sabato 30 al PalaVerde, e per la squadra di Marco Bracci sarà un premio per l’ottimo lavoro svolto in questo girone d’andata. Contro la Lardini della ex Chiara Negrini, a cui il patron Wanny Di Filippo ha consegnato un omaggio floreale prima della partita, Il Bisonte ha giocato una partita solida, condotta dall’inizio alla fine, e i tre punti, oltre che per la Coppa Italia, sono un bottino importante anche per il campionato, dove la squadra di Bracci riesce ad andare a punti per la sesta partita di fila, confermando i suoi miglioramenti anche dal punto di vista della continuità.

Marco Bracci parte con Bechis in regia, Sorokaite opposto, Santana e Tirozzi in banda, Tapp e Alberti al centro e Parrocchiale libero, mentre Beltrami risponde con Bosio in palleggio, Tomsia opposto, Negrini e Scuka schiacciatrici laterali, Hutinski e Mazzaro al centro e Feliziani libero.

Il Bisonte parte subito forte alzando il muro per tre volte e salendo sul 5-1, con conseguente immediato time out per Beltrami: Filottrano ne esce bene rimontando e impattando con Negrini sul 6-6, poi Firenze allunga nuovamente grazie anche a un ace di Bechis (12-8) e Beltrami ferma di nuovo il gioco. Stavolta le bisontine non si fanno sorprendere, sul 19-14 entrano Melli e Mitchem per Tomsia e Negrini, poi c’è spazio anche per Bonciani in battuta per Bechis, ma alla fine è Tirozzi a chiudere il set 25-18.

Nel secondo per Filottrano ci sono ancora Melli e Mitchem, e l’inizio è equilibrato anche per i tantissimi errori in battuta da una parte e dall’altra, poi quando Santana trova l’ace Il Bisonte allunga (8-6) e Beltrami chiama time out: ancora una volta la Lardini ne esce bene, con Melli che si scatena e impatta (9-9) e Bracci che usa il suo primo tempo, ma un altro punto di Melli vale il 9-10 e l’ingresso di Pietrelli per Santana. Tirozzi (mvp del match con 17 punti, due ace e il 100% di ricezione positiva) riporta Firenze avanti con attacco e ace (14-12), Pietrelli e Sorokaite provocano il nuovo time out ospite (18-16), poi Sorokaite e Tirozzi firmano l’ulteriore allungo (22-19): un video check portato a casa da Bracci per invasione ospite vale tre set point (24-21), Filottrano annulla i primi due, ma sul terzo è vincente la fast di Alberti (25-23).

Nel terzo Beltrami reinserisce Negrini per Scuka mentre ne Il Bisonte torna Santana per Pietrelli, e proprio la portoricana propizia il 3-0, anche se la Lardini reagisce subito con Mitchem (16 punti alla fine per lei dalla panchina) e sorpassa (3-4), per poi subire il nuovo break firmato Tirozzi (6-4). Santana e un ace del capitano valgono il + 5 (11-6) e Beltrami deve fermare tutto, ma Il Bisonte è un rullo compressore e allunga con Tapp (20-14), e arriva a collezionare otto match point sul 24-16: la squadra, forse consapevole di essere a un passo dal primo obiettivo stagionale, si blocca, Filottrano ne annulla addirittura cinque, ma sul sesto è Sorokaite a far esplodere la gioia.

LE PAROLE DI MARCO BRACCI – “La Coppa Italia era un obiettivo che ci eravamo prefissati ad inizio stagione, anche se durante il percorso del girone d'andata abbiamo incontrato qualche difficoltà di troppo, quindi è stata necessaria l'ultima per conquistare questo obiettivo. Siamo dove volevamo essere quindi questo è un punto d'arrivo, ma soprattutto un punto di partenza. Stasera abbiamo vinto 3-0 contro una buona squadra, che non permette all'avversario di avere cali durante il match, quindi siamo stati bravi a chiudere i conti subito. Il bilancio del girone d'andata? Purtroppo abbiamo incontrato più difficoltà del dovuto a causa sia degli avversari, ma anche per qualche mancanza nostra. Dovremo allenarci di più aggiungendo tutti quel qualcosa in più! Adesso il quarto di finale ci vede sfavoriti contro Conegliano, ma sono partite belle e che danno gusto a giocarle, quindi proveremo a fare del nostro meglio".