Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Mercoledì 12 Marzo 2014

A cinque giornate dalla fine della Master Group Sport Volley Cup di serie A2, Il Bisonte rimane in piena corsa per tutti gli obiettivi, dal secondo posto, che varrebbe la testa di serie numero uno ai play off, alla promozione diretta, che per ora rimane un sogno, seppur assolutamente raggiungibile. Il tutto grazie alla sofferta ma meritata vittoria di Bolzano, che intanto ha anche regalato alle azzurrine il pass matematico per gli spareggi promozione. “Stiamo affrontando con la giusta calma queste ultime partite che ci mancano – racconta la palleggiatrice Giorgia Vingaretti, una delle migliori al PalaResia – e quelle fuori casa presentano sempre una difficoltà in più, quindi vincere a Bolzano è stato importante, perché sappiamo di aver bisogno di tre punti in tutte le partite: Montichiari non perdona, quindi se vogliamo lottare per qualcosa in più, dobbiamo cercare di restare agganciati a loro e a quel punto che ci divide”.

Già domenica prossima, contro Pavia, non sarà semplice..

“Effettivamente no, perché si sono fatte il bel regalino di vincere a Monza e quindi arriveranno belle cariche. La Riso Scotti sarà un’avversaria tosta, anche perché è stata una delle poche squadre con cui abbiamo perso in campionato: all’andata quella sconfitta ci fece arrabbiare, ma quest’anno dopo ogni battuta d’arresto siamo sempre riuscite a mettere da parte il dispiacere e ripartire subito, e nella partita successiva lo abbiamo sempre dimostrato”.

La promozione diretta è possibile?

“Credo di sì, perché abbiamo dimostrato di saper lottare, di non mollare mai e di aver voglia di vincere, ma sarà molto complicato perchè le gare che ci restano da giocare sono abbastanza difficili. Comunque mai dire mai, noi ci crediamo fino in fondo e speriamo di arrivare all’ultima gara contro Montichiari per giocarci qualcosa di concreto: mai come ora ci stiamo soffermando sul diktat di giocare una partita per volta, poi vedremo. C’è da dire però che la Metalleghe nell’ultima giornata ha giocato in un campo molto difficile come Soverato, e se non ha perso lì dubito che lascerà per strada punti: certo, contro di loro abbiamo disputato due gare e le abbiamo vinte entrambe, però non possiamo dare per scontato che riusciremo a fare il miracolo per la terza volta”.

Intanto comunque giocherete sicuramente i play off..

“Che però non sono mai facili, perché sono un mini-campionato a sé. Devo dire comunque che questa stagione per ora è stata fantastica: un’annata completa, in cui abbiamo fatto di tutto, vivendo sempre come una squadra, e il secondo posto è il risultato di questa unione e del lavoro della società e di tutti coloro che fanno sì che tutto vada per il meglio. La conquista della Coppa Italia ne è stata l’emblema: ce la siamo meritata tutti, non solo chi era in campo e adesso speriamo di poterci fare un altro regalo”.

Avete già fatto qualche fioretto?

“Niente fioretti, perché non abbiamo mai pensato alla promozione e non la vediamo ancora alla portata: cinque partite sono tantissime, e solo quel giorno, se ci arriveremo, potremo pensare eventualmente a qualcosa”.