Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Venerdì 15 Gennaio 2016

Il mercato di gennaio regala un secondo rinforzo a Il Bisonte Firenze. Alla corte di Francesca Vannini arriva la centrale serba Nataša Krsmanović, classe 1985, reduce da una prima parte di stagione giocata nel campionato cinese con il Beijing Volleyball. Fra le più vincenti atlete del suo paese negli ultimi dieci anni, Nataša prende di fatto il posto della connazionale Nađa Ninković, che ha rescisso il contratto con Il Bisonte una ventina di giorni fa, e va a completare il reparto delle centrali già composto da Raffaella Calloni e Linda Martinuzzo. Krsmanović, che ha scelto il numero 14, ha chiuso la sua esperienza in Cina da una quindicina di giorni, con il settimo posto finale del suo Beijing, e già domenica potrà debuttare nel campionato italiano nella sfida in programma alle 18 al Mandela Forum contro la Liu-Jo Modena.

LA CARRIERA – Nataša Krsmanović nasce a Užice, in Serbia, il 19 giugno 1985, e cresce pallavolisticamente nella squadra della propria città, lo Jedinstvo Užice, in cui debutta in prima squadra a 16 anni e a cui resta legata fino al 2004, vincendo una Coppa di Serbia e Montenegro nel 2003. A 19 anni si trasferisce in Svizzera, nel Voléro Zurigo: in quattro stagioni vince quattro scudetti, quattro coppe nazionali e una Supercoppa svizzera, disputando anche la final-four della Champions League 2006-07 chiusa al quarto posto. Nel 2005, a venti anni, viene anche convocata per la prima volta nella nazionale del suo paese: con la rappresentativa serba vincerà fra le altre cose un bronzo ai mondiali del 2006, un oro e un argento agli europei del 2011 e del 2007, e due bronzi al World Grand Prix (2011 e 2013), oltre a partecipare alle Olimpiadi del 2008 a Pechino. Nel 2008 lascia lo Zurigo e va in Turchia, dove viene ingaggiata dal Galatasaray, poi nel 2010 passa alla squadra azera del Rabita Baku, con la quale in cinque stagioni vince praticamente tutto: al suo palmares si aggiungono cinque titoli dell’Azerbaigian e il mondiale per club del 2011, mentre la Champions League le sfugge due volte in finale nel 2011 e nel 2013, entrambe contro il Vakifbank Istanbul, anche se nella seconda occasione si consola con il premio di miglior muro della manifestazione. Nell’estate del 2015 infine si trasferisce in Cina, al Beijing Volleyball, chiudendo il campionato al settimo posto prima dell’approdo a Il Bisonte.

LE PAROLE DEL DS RIPASARTI – “É un piacere accogliere Nataša, atleta che nel corso della sua carriera si è tolta tante soddisfazioni sia coi club che con la nazionale. Ha da poco concluso la sua stagione in Cina ma sin dai primi contatti si è dimostrata entusiasta nell’affrontare una nuova sfida come quella con Il Bisonte. Siamo convinti che potrà apportare molto alla nostra squadra, sia in termini di caratura tecnica che di esperienza”.