Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Domenica 24 Novembre 2013

IL BISONTE SAN CASCIANO 3

CORPORA GRICIGNANO 1

 

IL BISONTE SAN CASCIANO: Mastrodicasa 1, Focosi ne, Giovannelli 5, Villani 19, Parrocchiale (L), Savelli ne, Pietrelli 9, Koleva 28, Bertone 15, Vingaretti 3. All. Vannini.

CORPORA GRICIGNANO: Russo 2, Carrara (L), Drozina 1, Gabbiadini 5, Sannino ne, Karalyus 13, Vanni, Pascucci 14, Di Cecca 2, Faraone ne, Repice 11. All. Della Volpe.

Arbitri: Piperata – Lolli.

Parziali: 24-26, 25-19, 25-15, 25-16.

Note – durata set: 30’, 26’, 25’, 26’; muri punto: Il Bisonte 7, Gricignano 9; ace: Il Bisonte 8, Gricignano 3.

Ci vuole un Bisonte San Casciano spettacolare in tutti i fondamentali per avere la meglio di una orgogliosissima Corpora Gricignano, e i tre punti conquistati hanno una doppia valenza: per la prima volta da quando sono in A2, le azzurrine vincono tre partite di fila, ma soprattutto, grazie alla Savino Del Bene Scandicci (che ha strappato un punto al Monza), volano in testa alla classifica del campionato dopo quattro giornate insieme alle lombarde. Una soddisfazione meritata per il grande volley mostrato contro le campane, nonostante l’assenza dell’infortunata Lotti, sostituita alla grande da Villani: nel primo set Il Bisonte ha sprecato qualche punto di vantaggio subendo la veemenza delle ospiti, dal secondo però Francesca Vannini ha registrato ulteriormente il gioco delle azzurrine, già buono comunque anche nel primo, e ciò che ne è venuto fuori è stato uno spettacolo vero, con una Villani scatenata, una Koleva che si è dimostrata la solita cecchina, una Bertone efficacissima sia in attacco (75%) che in battuta (tre ace) e in generale tutta una squadra grintossissima e mai doma, capace di difendere palloni impossibili e di andare a prendersi punti lunghissimi.

Francesca Vannini deve fare a meno di Lotti, che in settimana si è procurata la frattura composta del pollice sinistro, e la sostituisce con Villani in banda insieme a Pietrelli, con Vingaretti in palleggio, Koleva opposto, Bertone e Mastrodicasa centrali e Parrocchiale libero. Della Volpe risponde con Drozina in regia, Karalyus opposto, Pascucci e Gabbiadini bande, Russo e Repice centrali e Carrara libero.

Dopo un inizio equilibrato tre attacchi di Villani servono a Il Bisonte per allungare 10-6, ma Gricignano non ci sta e con una prestazione mostruosa a muro (sei nel primo set) recupera fino al 15-14. E’ sempre Villani (sette punti e il 67% in attacco nel primo set) a ricreare il gap (21-18), ma la Corpora impatta di nuovo (21-21) e poi sale 23-24 con un’invasione dubbia. Koleva annulla il set point, ma dopo un punto di Repice è la stessa bulgara ad attaccare out per il 24-26.

Anche il secondo set comincia in equilibrio, poi due punti di Bertone valgono il 9-7. Sul 10-9 Vannini inserisce Giovannelli per Mastrodicasa, ma Gricignano gioca meglio e sale 10-12. Dopo il time out tecnico si svegliano le azzurrine con un bel 5-0 (15-12), ma le ospiti ci credono ancora (15-15): è qui che arriva la svolta con una super Villani (18-15), poi sono due ace di Bertone a fissare il 25-19.

A sbloccare il terzo set, in cui rimane in campo Giovannelli, è ancora una volta una Villani in trance agonistica (9-6), poi un doppio punto di Bertone vale il 14-9: Il Bisonte controlla, sul 22-15 Della Volpe inserisce Vanni per Russo, ma la pipe di Koleva sancisce un eloquente 25-15.

L’inerzia rimane in mano locale anche nel quarto, con una partenza devastante (5-0). Nella Corpora entra Di Cecca per Karalyus, ma è Pascucci a tenere in vita le campane (10-6). Il Bisonte comunque continua a giocare e difendere alla grande, con un paio di muri di Pietrelli, uno di Vingaretti e gli attacchi di Villani e Koleva, e alla fine è Bertone a chiudere 25-16.