Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Sabato 15 Novembre 2014

Non è stata una settimana semplice per Il Bisonte Firenze. Già dopo il match di Novara, la gioia per il punto conquistato si era subito trasformata in preoccupazione per le condizioni di Wanny Di Filippo, rimasto coinvolto in un incidente stradale proprio mentre raggiungeva il Piemonte e ancora ricoverato in ospedale a Modena, e anche alla ripresa degli allenamenti tutti i pensieri sono andati a una persona che ha fatto tantissimo per questa squadra e per questa società. Fortunatamente negli ultimi giorni dall’Emilia sono arrivate notizie incoraggianti, e allora domani le azzurrine faranno di tutto per provare a centrare la prima, storica, vittoria in A1, per poi ovviamente dedicarla a Wanny. Davanti però ci sarà un’avversaria che è la storia della categoria: alle 18, al Mandela Forum, arriva la Foppapedretti Bergamo, che da venti anni calca i palazzetti della A1 e che ha vinto, fra le altre cose, otto scudetti e sette coppe dei campioni. Quest’anno la società orobica ha messo su una squadra che è un intelligente mix di giovani molto talentuose e di giocatrici esperte e vincenti: da una parte Sylla, Melandri e Plak, dall’altra le garanzie Radecka, Paggi e Merlo, contribuiscono a rendere il sestetto di Lavarini molto temibile, e lo dimostrano anche i quattro punti già raccolti in questo campionato, grazie al successo di Urbino e alla sconfitta al tie break in casa contro Casalmaggiore. In casa Foppa però la settimana è stata un po’ tribolata: Deesing è tornata solo giovedì a lavorare col gruppo dopo il problema alla spalla che l’aveva tenuta ai box domenica scorsa, mentre negli ultimi giorni si sono fermate Melandri (per un’influenza) e Plak (per un’otite). In casa Il Bisonte invece il gruppo è al completo: in settimana è tornata ad allenarsi anche Alessandra Petrucci, che aveva saltato il match di Novara per un problema muscolare, e Francesca Vannini domani potrà scegliere se rilanciarla o affidarsi nuovamente a Giorgia Vingaretti, che l’ha ben sostituita contro la Igor Gorgonzola.

LE PAROLE DI FRANCESCA VANNINI – “Bergamo è un’ottima squadra, costruita molto bene con diverse giovani interessanti in ottica futura: hanno tanto entusiasmo, e mi piace la voglia che ci mettono in ogni partita, che le rende una squadra combattiva. Detto questo, mi aspetto una partita molto combattuta e dura, proprio per le caratteristiche delle avversarie: ci vorrà molta pazienza e tanta concentrazione per uscire con un risultato positivo, e ci dispiace che il nostro patron Wanny Di Fillipo non possa esserci, perchè si sarebbe divertito e noi lo aspettiamo a braccia aperte”.

LE AVVERSARIE – La Foppapedretti Bergamo di coach Stefano Lavarini, alla terza stagione da capo allenatore della squadra orobica, ha vissuto una settimana complicata dal punto di vista fisico e quindi è difficile ipotizzare un probabile sestetto. In palleggio ci dovrebbe essere la polacca Milena Radecka (classe 1984), proveniente dalla Lokomotiv Baku, mentre l’opposto sarà probabilmente l’azzurrina Miriam Sylla (1995), alla seconda stagione a Bergamo, visto che l’olandese Celeste Plak (1995) è ferma da qualche giorno. Le due bande dovrebbero essere Sara Loda (1990), da gennaio alla Foppa, e la serba Jelena Blagojevic (1988), alla terza stagione a Bergamo, mentre al centro si giocheranno le due maglie Laura Melandri (1995), dal 2010 alla Foppapedretti e reduce da un’influenza, l’americana Alesha Deesing (1985), prelevata dal Beziers e tornata da pochi giorni ad allenarsi dopo un problema alla spalla, e la ex azzurra Paola Paggi (1976), proveniente da Modena e campionessa del mondo nel 2002. Il libero infine sarà l’azzurra Enrica Merlo (1988), ormai dal 2007 a Bergamo.

IN TV – La partita fra Il Bisonte Firenze e Foppapedretti Bergamo sarà trasmessa in differita da Antenna 5, la tv ufficiale de Il Bisonte (canale 72 del Digitale Terrestre), lunedì alle 20, martedì alle 12 e mercoledì alle 7.30.