Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Sabato 19 Settembre 2015

Grinta, impegno, e anche qualche prima indicazione interessante dal punto di vista tecnico e dell’intesa. Il primo test agonistico del precampionato de Il Bisonte Firenze ha visto la squadra di Francesca Vannini misurarsi in un allenamento congiunto al PalaPanini di Modena contro la Liu Jo, in un antipasto di quella che sarà la prima giornata del prossimo campionato di serie A1 il 18 ottobre, anche se va detto che le due formazioni si sono affrontate con diverse defezioni da una parte e dall’altra: coach Beltrami ha dovuto fare a meno di Diouf, Folie, Horvath, Heyrman e Scuka, tutte al lavoro con le rispettive nazionali per preparare gli europei, e anche dell’infortunata Carraro, mentre fra le bisontine mancavano Van De Vyver e Vanzurova, anch’esse in nazionale. Ne è venuto fuori comunque un test interessante, perché Firenze si è misurata contro una Liu Jo che, pur facendo ricorso a molte giovani del’under 18, fra le quali Lago e Squarcini che sono partite titolari, ha presentato in campo campionesse del calibro di Di Iulio, Ferretti e Rivero, oltre alla ex Floriana Bertone. Come detto, si è trattato di un allenamento congiunto e non di una vera e propria amichevole: i due coach, Francesca Vannini e Alessandro Beltrami, si sono accordati per disputare miniset non tradizionali, a rotazioni bloccate e partendo dal 18-18, con una seconda palla free di conferma ad ogni azione, a seconda di chi, di volta in volta, realizzava il punto sull'azione classica partita dalla battuta. Ogni punto è stato assegnato in caso di doppia azione vincente consecutiva nel turno battuta-free ball. Per la cronaca, il test si è concluso con la conquista di tre miniset per parte, con Il Bisonte che ovviamente ha mostrato un po’ di ritardo dal punto di vista fisico ma che può ritenersi soddisfatto di come procede la preparazione a un mese esatto dall’inizio del campionato.

LA PARTITA - Nel primo miniset Francesca Vannini è partita con Mazzini in palleggio, Turlea opposto, Calloni e Ninkovic centrali, Negrini e Perinelli bande e Pietrelli libero, e le bisontine sono apparse subito toniche sia in difesa che in attacco, chiudendo con Turlea 23-25. Nel secondo Modena ha risposto con un 25-22, con un buon impatto ne Il Bisonte della Ninkovic che nel primo era rimasta fuori dalla rotazione, poi nel terzo miniset la Liu Jo ha chiuso 25-23 nonostante un tentativo di rimonta di Firenze. Nel quarto è entrata Martinuzzo, e Modena si è imposta 25-22, poi nel quinto è rientrata Ninkovic e le bisontine con una grande rimonta hanno chiuso 26-28, ripetendosi nel sesto e ultimo per 22-25.

LE PAROLE DI FRANCESCA VANNINI – “Oggi era normale avere delle difficoltà dal punto di vista dell’amalgama, così come anche fisicamente: ancora siamo indietro, e siamo un po’ lente e appesantite, però manca un mese all’inizio del campionato quindi va bene così. L’impegno c’è stato e questa è la cosa principale, poi ho preso spunto sugli aspetti su cui c’è da lavorare di più. L’intesa fra le vecchie e le nuove ovviamente ancora manca, però c’è già tanto ‘feeling’ dal punto di vista personale, e questo è già importante in vista del futuro”.