Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Sabato 8 Marzo 2014

Sembra incredibile, ma domani, al termine della partita con la Volksbank Sudtirol Bolzano e a cinque giornate dalla fine della Master Group Sport Volley Cup di serie A2, Il Bisonte San Casciano potrebbe già festeggiare il raggiungimento dell’obiettivo fissato a inizio stagione, ovvero quello della qualificazione ai play off. Servirà una vittoria a Bolzano per centrare il pass: le sudtirolesi, attualmente ottave e prime delle escluse dagli spareggi promozione, finirebbero a – 17 (in caso di 3-0 o 3-1) o a – 15 (in caso di 3-2) dalle azzurrine, e con cinque vittorie potrebbero quindi al massimo raggiungerle, finendo comunque dietro per il minor numero di successi finali (14 a 12). Già questo è il sintomo di che stagione stiano giocando Mastrodicasa e compagne, ma è ovvio che dopo la conquista della Coppa Italia, e vista la classifica, l’asticella si sia alzata: ben venga quindi la matematica qualificazione ai play off, ma vincere domani al PalaResia di Bolzano (fischio d’inizio alle 18), significherebbe soprattutto rimanere in corsa anche per qualcosa di più, nel duello infinito contro la capolista Montichiari che ha un punto in più e che domani avrà la difficile trasferta di Soverato. La concentrazione comunque è tutta per la partita con la Volksbank, molto più difficile di quanto possa dire la classifica: all’andata Porzio e compagne strapparono un punto a Il Bisonte, perdendo solo al tie break al PalaMontopolo, e domani potranno contare su una Korobkova in più. Anche grazie all’arrivo della russa il Bolzano sta tenendo ritmi super: nel ritorno ha già conquistato undici punti (frutto di quattro vittorie e una sola sconfitta), solo due in meno delle sancascianesi, e a questo punto può dirsi in pena lotta per i play off. Sarà difficile quindi per l’Azzurra cogliere la dodicesima vittoria consecutiva, anche se Francesca Vannini può contare su un gruppo in forma e al completo, partito già oggi alla volta di Bolzano.

LE PAROLE DI FRANCESCA VANNINI – “La partita di domani sarà difficile, perchè loro nelle ultime partite hanno sempre fatto buoni risultati: per riuscire a portare a casa il risultato dovremo fare davvero una grande prestazione. Bolzano ha una buona battuta e un muro efficace, in più l’arrivo della Korobkova, che è una giocatrice molto fisica, li ha ulteriormente rinforzati. Già senza di lei all’andata ci misero in difficoltà con la loro combattività e il loro atteggiamento sempre positivo, quindi se non giocheremo con attenzione sarà dura. La corsa promozione? Come sempre dovremo pensare a una partita per volta, e mantenere una certa continuità: con Scandicci siamo riusciti a restare abbastanza lucidi, speriamo di continuare così. La conquista della Coppa Italia per noi deve essere fonte di consapevolezza che possiamo far bene, e non un fattore di sopravvalutazione”.

LE AVVERSARIE – Rispetto all’andata la Volksbank Sudtirol Bolzano di coach Fabio Bonafede ha a disposizione un importante martello in più: si tratta dell’opposto russo Natalia Korobkova, classe 1985, che giocherà in diagonale con la palleggiatrice Maria Luisa Cumino. Le due bande saranno Valeria Papa e la ex azzurrina Neomi Porzio, il libero Marta Medaglioni, mentre al centro giocherà sicuramente il capitano Sara Menghi, con qualche dubbio sull’altra centrale: ultimamente ha giocato Francesca Gentili, alternandosi però spesso durante i match con Sara Ceron e Sara Bertolini.