Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Venerdì 18 Novembre 2016

Il Bisonte Firenze si sta avvicinando con grandi motivazioni alla sfida casalinga di domenica contro Bolzano: la grande vittoria di Novara ha portato davvero un bel clima, e la squadra di Bracci è tornata in palestra con tanti sorrisi, pronta a preparare un altro scontro importante. Domattina le bisontine studieranno le avversarie in video e poi svolgeranno la rifinitura, mentre domenica mattina assaggeranno il taraflex rosa del Mandela dove alle 17 comincerà il match contro Bolzano

Intanto, dopo la quinta giornata di serie A1 (e in attesa del recupero fra Modena e Bergamo), le statistiche di squadra dicono che Il Bisonte Firenze è undicesimo per numero di ace (14), in una classifica guidata da Casalmaggiore con 33, e quinto per numero di muri (47), in una classifica guidata da Busto Arsizio con 66. A livello individuale Indre Sorokaite è la giocatrice più prolifica de Il Bisonte con 105 punti, terza in una classifica generale guidata da Paola Egonu del Club Italia (118), seguita da Samanta Fabris di Casalmaggiore, seconda con 117. La seconda realizzatrice fra le bisontine è Stephanie Enright, nona con 80 punti, mentre le centrali più prolifiche di Firenze sono Laura Melandri e Raffaella Calloni, trentaseiesime generali con 41 punti nonchè decime 'cannoniere' nel loro ruolo in una classifica guidata da Robin De Kruijf di Conegliano con 69, seguita da Adenizia Ferreira Da Silva di Scandicci, seconda con 67, e da Freya Aelbrecht di Monza, terza con 58. Adenizia Ferreira Da Silva di Scandicci è invece in testa alla classifica generale dei muri vincenti con 23, con Laura Melandri che è settima con 14 e prima delle bisontine, mentre Floortje Meijners di Scandicci è prima nella speciale classifica degli ace con 13, con Indre Sorokaite sedicesima con 4 e prima de Il Bisonte. A livello di coppie di centrali, quella di Firenze (Melandri e Calloni) è al settimo posto per punti realizzati (82), in una graduatoria guidata da quella di Conegliano (De Kruijf-Danesi) con 106, davanti a quella di Casalmaggiore (Gibbemeyer-Stevanovic), seconda con 100, e a quella di Scandicci (Adenizia-Arrighetti), terza con 98.