Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Sabato 18 Gennaio 2014

Torna la Coppa Italia di serie A2, e Il Bisonte San Casciano ha un doppio motivo per fare bene: qualificarsi per la prima volta nella propria storia alla semifinale, dopo l’eliminazione ai quarti dell’anno scorso, e cancellare la sconfitta più brutta della stagione, quella di due settimane fa con l’Obiettivo Risarcimento Vicenza. Che sarà l’avversaria dei quarti di finale, con l’andata in programma domani alle 18 al PalaBorin di Lugo di Vicenza e il ritorno mercoledì 22 alle 20.30 al PalaMontopolo. La formula è semplice: a passare il turno sarà la formazione che nella doppia sfida avrà ottenuto il miglior quoziente set, mentre in caso di parità di risultato a decidere sarà il set di spareggio, da disputare ovviamente al termine della gara di ritorno, in casa della meglio piazzata al termine del girone d’andata. Che è Il Bisonte, finito secondo grazie alla vittoria contro la capolista Montichiari, mentre Vicenza ha girato la boa al settimo posto, ed è stata capace di battere le azzurrine il giorno della Befana, con una prestazione perfetta opposta invece ad una  non propriamente da ricordare di Mastrodicasa e compagne. Domani però c’è l’occasione per riscattarsi subito, senza aspettare il ritorno di campionato, e soprattutto per guadagnarsi l’accesso a una semifinale che eventualmente sarebbe in programma il 29 gennaio e il 5 febbraio, contro la vincente del quarto di finale fra Soverato e Pavia. Francesca Vannini ha tutto il gruppo a disposizione in vista di domani, per quello che, in caso di passaggio del turno, sarà il primo impegno di un tour de force da sette partite in ventidue giorni.

LE PAROLE DI FRANCESCA VANNINI – “L’Obiettivo Risarcimento è una squadra che gli scherzetti li sa fare, basti pensare che oltre a battere noi ha anche buttato fuori Pavia dalla Coppa Italia. E’ un sestetto che mi piace e che gioca bene, ma la Coppa Italia è un nostro obiettivo perchè noi entriamo sempre in campo per vincere: se c’è la possibilità di andare avanti vogliamo farlo, poi è chiaro che ci sono anche gli avversari. Domani non conterà tanto la voglia di rivalsa; noi dobbiamo soprattutto riprendere un cammino di crescita come squadra che proprio contro Vicenza si è un minimo interrotto: forse ci siamo un po’ sopravvalutati, ma quella sconfitta ci ha riportati con i piedi per terra, e per tornare a giocare al cento per cento bisogna avere più continuità”.

LE AVVERSARIE – L’Obiettivo Risarcimento Vicenza di coach Delio Rossetto ha dimostrato di non avere un vero e proprio sestetto titolare: nelle ultime partite in regia si sono alternate la giovane Caterina Cialfi (1995) e l’esperta Simona Ghisellini (1974), mentre al centro, insieme alla ex Diletta Sestini (1987) hanno giocato sia Valentina Pastorello (1993) che Elena Fronza (1992). Le bande dovrebbero essere Isabella Milocco (1990) e Laura Baggi (1992), il libero Alessia Lanzini (1981), mentre nel ruolo di opposto il ballottaggio è fra la bulgara Boyana Andreeva (1991) e Michela Peretto (1982).